Monthly Archives: dicembre 2014

LOTTERIA NATALIZIA FCF COMO 2000

PREMIO:

  1. WEEKEND Barcellona per 2 persone (volo e 2 notti) Dream Team    n. 3412
  2. Buono spesa supermercati Bennet euro 250€   n. 395
  3. Telefonino elettrotecnica Cattaneo Enrico   n. 729
  4. Cena per due persone Ristorante al Senzanome Albate   n. 3816
  5. Cena per due persone Ristorante Hotel Posta Moltrasio   n. 98
  6. Cena per due persone Osteria del gatto Valmorea   n. 2593
  7. Cena per due persone Ristorante Eden Canzo    n. 1471
  8. Cena per due persone Ristorante Hong Kong Cucciago    n. 486
  9. Confezioni salumi Baldo     n. 2143
  10. Buono pianta ornamentale     n. 282
  11. Buono 50€ scarpe da calcio Saglio Sport    n. 2753
  12. Cuscino e lenzuola    n. 249
  13. Confezioni salumi Baldo     n. 1578
  14. Penna Pierre Cardin     n. 170
  15. Tazzine cinesi     n. 1826
  16. Cesto natalizio     n. 2844
  17. Pallone calcio       n. 1080
  18. Confezioni salumi Baldo    n. 358
  19. Intimo uomo     n. 445
  20. Calze    n. 4063
  21. Miele e succhi alla mela     n. 286
  22. Intimo uomo      n. 799
  23. Tuta training      n. 1906
  24. Vino 3 bottiglie     n. 1139
  25. Intimo uomo     n. 294
  26. Parastinchi     n. 3191
  27. Calze     n. 2140
  28. Intimo uomo     n. 3599
  29. Tuta training      n. 795
  30. Parastinchi      n. 1675
  31. Pallone calcio     n. 3858

Per ritirare il premio contattare il Sig. Silvano al numero di telefono 342/9420952

A BRESCIA FINISCE 7 A 2 MA E’ UN RISULTATO CHE MATURA NEGLI ULTIMI 5′

Brescia Femminile – FCF COMO 200

“Club Azzurri d’Italia”

13/12/2014 ore 14.30

 

FORMAZIONI

 

Brescia: Marchitelli, Nasuti, D’adda, Zizioli, Karlsson, Rosucci, Cernoia, Alborghetti, Tarenzi, Girelli, Costi

A disposizione: Ceasar, Boattin, Prost, Zanoletti, Bonansea, Linari, Sabatino

Mister: Sig.na Milena Bertolini

Sost. Al 1’st Ceasar per Marchitelli, 11’st Sabatino per Tarenzi, 25’st Bonansea per Cernoia

 

FCF COMO 2000: Piazza, Tagini, Cannone, Del Vecchio, Bertoni, Fusetti, Mazzola, Cortesi, Erba, Zanini, Cama

A disposizione: Presutti, Pellizzoni, Sampietro, Clerici, Troiano, Galletti, Cavaliere

Mister: Cattaneo Fausto

23’st Galletti per Del Vecchio, 29’st Cavaliere per Tagini, 40’st Clerici per Mazzola

 

Giornata uggiosa in quel di Brescia, una leggera pioggia bagna il terreno del Club Azzurri d’Italia che vede sugli spalti la presenza di un buon numero di spettatori. Entrambe le formazioni si presentano al fischio d’inizio con le formazioni rimaneggiate per le assenze di Ambrosetti e Ubbiali da un lato e le defezioni di Linari, Bonansea e Sabatino dall’altro. Parte bane la Como 2000 che al 4’ trova la conclusione con Erba, da 20 metri il numero 9 comasco calcia debolmente con Marchitelli che para senza problemi. Passano due minuti e il Brescia si presenta in avanti con Tarenzi che viene fermata in fuorigioco. Al 7’ arriva il vantaggio del Como. Di nuovo Erba si libera e da 25 metri fa partire un destro che si infila nel sette trafiggendo il numero 1 bresciano. Parte l’arrembaggio del Brescia. Al 10’ tarenzi trova il fondo e rientra sul vertice dell’area piccola da dove fa’ partire un tiro che termina la sua corsa nelle braccia di Piazza, ben appostata. Passano 5 minuti ed è Alborghetti a rendersi pericolosa, tiro al volo e palo. Al 18’ arriva il pareggio. Calcio d’angolo da sinistra, palla che attraversa tutta l’area di rigore e trova Girelli sul secondo palo che insacca facilmente. Al 23’ rigore per il Brescia, Tarenzi sul vertice sinstro dell’area viene atterrata da un fantasma comparso improvvisamente in area. Calcia Girelli che insacca nonostante il tocco di Piazza. Passano 4 minuti e Girelli firma la tripletta personale. Lanciata a rete il numero 10 bresciano trafigge una incolpevole Piazza. Trovato il doppio vantaggio il Brescia toglie il piede dall’acceleratore e fino al 41’ non si sviluppano azioni degne di nota. Proprio al 41’ è Del Vecchio che conclude con il pallone che lambisce il palo alla sinistra di Marchitelli.

 

La seconda frazione di gioco si apre con un cambio nelle file bresciane. Esce il numero 1 Marchitelli e tra i pali va a posizionarsi il numero 12 Ceasar. Altra partenza fulminea del Como che al 4’ si porta sul 3-2 con Cannone, grande discesa sulla sinistra di Cannone che si accentra e conclude a rete superando Ceasar con un gran destro. 3 minuti dopo è Alborghetti a impensierire Piazza con una conclusione a botta sicura che si stampa sul palo. Passano altri tre minuti e stavolta la centrocampista bresciana non sbaglia, conclusione da fuori area che coglie piazza fuori dai pali, 4-2. Si passa al 18’, azione insistita del Brescia, palla ancora ad Alborghetti che conclude a lato. Al 26’ altro brivido, la appena entrata Bonansea conclude al termine di una azione in velocità con la palla che si stampa sulla traversa. Al 38’ palla in area da sinistra, doppio liscio in area e Sabatino torna al gol insaccando libera sul secondo palo. La sesta rete arriva al 40’ su azione insistita, tripla conclusione a botta sicura e alla fine è Girelli a spedire in fondo al sacco per il poker personale. Al 43’ il risultato si completa con la rete di Rosucci che spedisce in fondo alla rete dopo una discesa di Costi sulla sinistra.

A TU PER TU CON…”LA VETERANA”, RITA BERTONI!

-Inziamo con una domanda facile facile, per restare in tema calcistico potremmo definirla una domanda di riscaldamento. Quando hai iniziato a giocare a calcio e come ti sei avvicinata a questo sport?

Ma così si scopre subito la mia anzianità! Ufficialmente nell’ACF Paros nel lontano novembre 1994 categoria U15. In realtà da quando ho iniziato a frequentare il cortile di casa unica femmina, più piccola tra più di 10 maschi.

-Quale è la tua squadra del cuore, se ne hai una, e quale è invece il calciatore o la calciatrice che preferisci, a cui ti ispiri o a cui vorresti assomigliare?

Ecco un’altra domanda che svela l’età…Sono cresciuta con il Milan di Sacchi di Baresi, Maldini, Tassotti, Costacurta e degli Olandesi, Van Basten su tutti, ma i miei piedi mi hanno consigliato di ispirarmi di più ai primi.

-Il calcio femminile in Italia, come lo vedi adesso, come lo pensi realistiamente in un futuro nemmeno troppo remoto e come vorresti invece lo immagini nei tuoi sogni.

In questi anni ho visto tanti cambiamenti, pochi positivi, sentito tante parole. L’Europa cresce e noi restiamo indietro; sicuramente le colpe vanno equamente distribuite, però nel movimento ancora ci sono persone con tanta passione ed è per questo che non dobbiamo arrenderci e provare ogni giorno a migliorarlo.

-Quante maglie hai vestito prima di quella della Como 2000? e come ricordi le esperienze passate con queste maglie?

Ahi qui si fa lunga. La primissima maglia quella del Paros, poi un anno a 7 in una squadra di quartiere dove a 14 anni ho rotto il primo crociato. Quindi gli anni al Milan con due campionati nazionali U15 e il primo avvicinamento alla serie A. Una parentesi a Segrate dove poi ho conosciuto l’allenatrice che più mi ha fatto crescere Nazzarena Grilli che mi ha poi voluto alla Vallassinese dove ho vissuto sicuramente gli anni migliori ed ho avuto la fortuna di far parte di un bellissimo gruppo, pochi piedi e tanta grinta e tante soddisfazioni e le convocazioni in Nazionale U21 e maggiore. Nel momento migliore crac altro crociato e lussazione di clavicola, ho dovuto ripartire da zero, qualche mese in serie D poi il ritorno in A con la Fiammamonza (un preliminare di Champions League e una super coppa italiana), poi la decisione accettando la sfida di mister Zaninello di venire a Como, sembra ieri, oramai sono passati 6 anni…gli ultimi anni guidati da mister Manzo che sicuramente mi ha dato modo di crescere ancora ed ora Mister Cattaneo con cui ci aspetta una sfida difficile ma non impossibile.

10846226_530952357007731_6030559815319123156_n

-Quale è stato il momento più significativo della tua carriera calcistica?

Sicuramente gli anni alla Vallassinese con la convocazione in Nazionale, ma anche i vari campionati vinti.

-Oltre al calcio hai altre passioni o pratichi altri sport?

Adoro la montagna, quando posso scappo a fare due passi (mai meno di due ore), l’ultima volta che mi sono presa una pausa calcistica ho fatto un corso di arrampicata sportiva, mi sono divertita veramente tanto.

-Indubbiamente a tutte le calciatrici piacerebbe poter vivere di calcio, purtroppo a riuscirci sono in poche. Tu oltre al calcio studi o lavori? Se si cosa studi o che lavoro fai?

Data l’età ormai lavoro! Dopo la laurea in Scienze Motorie ho conseguito quella in Fisioterapia e adesso faccio la fisioterapista a tempo pieno dividendomi tra attività di ricerca e attività clinica.

-In futuro, una volta smesso di giocare a calcio, cosa ti piacerebbe fare?

Questa domanda adesso me la faccio spesso dato che il momento di avvicina e non è poi così futuro, ma ancora non so la risposta!

-Ultimo minuto di recupero della partita decisiva per le sorti del campionato, sui piedi ti capita il pallone del gol vittoria che realizzi proprio un secondo prima del fischio finale, come esulti?

Conoscendomi di sicuramente urlo, liberando tutta la tensione!

-Siamo al fischio finale quindi,un saluto a chi vuoi tu e un augurio alla tua squadra per questa stagione sportiva!

Un saluto a tutte quelle persone che ho avuto la fortuna di conoscere sui campi che mi hanno aiutato a crescere compagne di squadra, allenatori, preparatori, massaggiatori e avversarie. Alle mie compagne dico che abbiamo tutto per raggiungere il nostro obbiettivo dobbiamo convincerci e imparare a dare sempre il 110% ad ogni secondo di ogni partita! Ad maiora!

UNA BELLA PRIMAVERA CHE SI IMPONE A TRADATE

JUNIORES REGIONALE

ACF TRADATE VS FCF COMO 2000  0 – 4

Tradate sabato 6.12.14 ore 19.00

TRADATE:
Bogni, Franzato, Loquercio, Sartorato, Minola, Pupaz, Tipaldi, Farina, Maina, Petrosino, Grimoldi
A disposizione:
Tovaglieri, Perin, Ricci, Gentile, Masetto, Bielli

Sostituzioni:
1st Gentile per Maina, 21st Perin per Pupaz

Allenatore Sig. Bussolari

FCF COMO 2000:
Pini, Volpi, Del Viscio, Tonicello, Mascherpa, Talarico, Varisco, Cocco, Magatti, Riella, Cavaliere

A disposizione:
Mattutzu, Ceresa, Confalonieri, Broggi, Castelli, Cardi, Larosa

Sostituzioni:
2st Cardi per Talarico, 10st Broggi per Cocco, 17st Confalonieri per Volpi, 28st Mattutzu per Cavaliere,
30st Castelli per Varisco

Ammonizioni:
Volpi e Talarico che entra in diffida

Allenatore:
Sig. Presutti

Cronaca:
Buona prestazione delle nostre ragazze in quel di tradate. Serata fresca e campo in discrete condizioni.
Si passa in vantaggio con Talarico al 7’pt e raddoppia Riella al 27’. La Como 2000 tiene bene il campo e per il portiere Pini poche preoccupazioni.
Nel secondo tempo si sveglia Cavaliere e va a centro al 13’ ed al 22’ prima di lasciare il campo.
Ordinate concrete con il giusto entusiamo. Bene ragazze.
Ora varie amichevoli in attesa del 25 gennaio dove cominciera il girone di ritorno.

PRIMO PUNTO IN CLASSIFICA PER UN COMO IN CRESCITA

Risulatato:
FCF COMO 2000 – ACFD PORDENONE GRAPHISTUDIO 1-1

Formazioni:
FCF COMO 2000

Piazza, Tagini, Cannone, Ambrosetti, Bertoni, Fusetti, Mazzola, Cortesi, Erba, Zanini, Cama

A disposizione:
Presutti, Pellizzoni, Del Vecchio, Clerici, Galletti

Allenatore:
Sig. Cattaneo

Sostituzioni:
18’ st Clerici per Tagini

ACFD PORDENONE GRAPHISTUDIO
Belgrado, De Val, Mella, Lotto, Laterza, Schiavo, Sedonati, Blasoni, Zandomenichi, Piai, Paroni

A disposizione:
Perin, Ferin, Piazza, Manzon, Libutti, Cimarosti

Allenatore:
Sig. Toffolo

Sostituzioni:
30’ st Manzon per Paroni, 42’ st Perin per Zandomenichi

Marcatori:
28’ pt Laterza (Pordenone), 30’ st Cortesi (Como 2000)

Cronaca:
A Ponte Lambro va in scena l’ottava giornata del Campionato di Serie A femminile.
La posta in palio è alta, il Como scende in campo determinato per trovare i primi 3 punti in classifica, il Pordenone per aumentare il distacco dalla formazione lariana e i primi dieci minuti di partita vedono le due squadre controllarsi a metà campo senza scoprirsi troppo.
Il Como prende coraggio e si riversa nell’area friulana senza riuscire ad impensierire il portiere Belgrado.
Per il primo tiro in porta bisogna attendere il 26’ con una conclusione dell’attaccante comasco Erba che finisce lontano dai pali.
Al 28’ è il Pordenone che trova il vantaggio da calcio d’angolo con una magnifica Semi rovesciata di Laterza che batte l’estremo difensore Piazza che nulla può.
Il Como va alla ricerca del pareggio senza creare troppi pericoli alla retroguardia friulana, al 34’ ci prova Cama con una buona conclusione da fuori area, ma la palla termina alta sopra la traversa. Nulla da registrare fino alla fine del primo tempo.
Il secondo tempo vede entrare il Como grintoso e alla ricerca del pareggio e già al 2’ minuto è ancora Erba con una buona conclusione da fuori area che sfiora la traversa. Al 12’ è il Pordenone a rendersi molto pericoloso in contropiede con Paroni, che si trova a tu per tu con Piazza, ma l’estremo difensore comasco si supera bloccando la palla tra le mani.
Comincia il grande forcing delle nostre ragazze alla ricerca del goal del possibile pareggio, che arriva al 36’ con una punizione magistrale di Erba che mette una palla perfetta sulla testa di Cortesi che si inserisce perfettamente tra le centrali del Pordenone e mette in rete con un bel colpo di testa. Cinque minuti dopo ci prova Ambrosetti con un gran tiro da fuori che sfiora il palo alla sinistra del portiere friulano. E’ il Como a dominare gli ultimi minuti della partita riversandosi nella meta campo friulana alla ricerca del vantaggio e dei primi tre punti, ma la formazione ospite è brava a chiudersi e a portare a casa un punto che non soddisfa nessuno.

Buona la prova della terna arbitrale, comandata dall’arbitro Croce di Novara.