Monthly Archives: ottobre 2017

L’ATALANTA S’IMPONE A FATICA CONTRO LE NOSTRE GIOVANISSIME

Fino Mornasco 20.10.17 ore 10.30

FCF COMO2000  vs Atalanta Bergamasca Calcio    2 a 4

Campionato Giovanissime regionali

Giornata soleggiata con una buona cornice di pubblico.

FCF COMO 2000 – Annoni, Meroni, Occhiuto, Galli, Girò, Bianchi, Benecchi A., Colonna, Gilardoni, Fomasi e Katya s.

a disposizione -Gatti, Sironi, Galimberti, Sabbadin e Vailati.

Mister. signor Mascherpa Carlo

ATALANTA – Villa, Ciocca, Ghilardi, Doneda, Chignoli, Randazzo, Bianchi V., Pellegrini, Degrassi, Bianchi G. e Baruffaldi

a disposizione – Trevaini, Madaschi, Fumagalli, Perani, Peracchi, De Maio e De Carli

Partita molto bella al centro ausonia a Fino mornasco,fra la forte squadra nerazzurra e le nostre ragazze veramente in grande spolvero.

Il primo tempo ha arriso alle orobiche che hanno chiuso sul due a zero con una supremazia che mai ha tolto comunque gli equilibri in campo.

Nella seconda frazione di gioco l’Atalanta si porta sullo tre a zero con un calcio di rigore fischiato con molta leggerezza dal direttore di gara.Da qui il cuore bianco azzurro prevale e capitan Occhiuto accorcia su calcio di rigore.

Comincia anche la carambola delle sostituzioni che vede debuttare nelle nostre file la 2005 Sabbadin Greta che si avventa su ogni pallone e segna il gol del 2 a 3.

Le nostre ragazze veramente encomiabili,guidate magistralmente da mister Mascherpa tentano il pareggio ma la forte formazione bergamasca chiude la partita con il quarto gol.

Complimenti a tutte le ragazze,al mister e staff per la bella partita.

Il direttore generale Silvano Cozza:” Sicuramente si e’ visto un buon calcio e questo fa risaltare il nostro settore giovanile che deve essere l’orgoglio della nostra Societa’.

Avanti cosi ragazze…”

Silvano Cozza

 

PRIMAVERA: SPETTACOLO SENZA GOL NELLA PARTITA CONTRO LE DREAMERS

Un pareggio divertente, spettacolo e un punto che forse va leggermente stretto ad una Como 2000 davvero sciupona. Quella che si è vista sabato 28 ottobre sul sintetico del centro sportivo G. Brera di Pero (MI) è stata una partita davvero frizzante e ricca di emozioni  nonostante lo 0-0 finale.

La primavera lariana parte forte e con la coppia d’attacco Roventi – Bruno nel primo quarto d’ora conquista quattro nitide occasioni per fare goal; una su tutte con Roventi (oggi migliore in campo) che a tu per tu col portiere sbaglia in maniera abbastanza clamorosa. La Como 2000 pressa in maniera serrata e per la prima mezz’ora sono sue le occasioni più ghiotte. La partita subisce numerose  interruzioni per falli e fuorigioco, i ritmi calano e ad accusare  il calo di tensione sono proprio le giovani comasche che concedono qualche tiro di troppo dal limite dell’area e non riescono ad organizzare buone ripartenze. I primi dieci minuti del secondo tempo vedono ancora un leggera supremazia delle Dreamers che colpiscono una clamorosa traversa con un grande tiro da fuori area. Poi la Como 2000 si riassetta e riinizia a macinare gioco e a prendere il predominio del centrocampo e, sfruttando una linea molto alta da parte delle avversarie, riesce a trovare più volte la via per un possibile vantaggio, il quale non arriva sia per le ottime uscite del portiere delle Dreamers brava a presidiare lo spazio ben oltre l’area di rigore, sia per l’imprecisione dei tentativi lariani. Spagna ed Ostini ci provano dalla distanza, Roventi avrebbe ancora due occasioni che fallisce concludendo di poco a lato l’una e in maniera troppo debole l’altra. Monica Scarpelli e Di Iorio, subentrate a Bruno e Ienna, avrebbero ancora altre occasioni per portare le compagne in vantaggio, ma l’imprecisione e la sfortuna accompagnano le lariane fino alla conclusione. Si conclude con un pareggio senza reti una partita vivace, in cui entrambi gli attacchi hanno mostrato il loro valore, senza riuscire però incidere.

Le ragazze di mister Cincotta torneranno in campo sabato prossimo al centro sportivo Snef Lambrone di Erba dove contro le bergamasche dell’Orobica proveranno a centrare la prima vittoria casalinga.

IL TABELLINO:

Dreamers C.F.: Palacino, Signorella, Destito, Callegari (Colacrai dal 35’ s.t.), Slavazza, Ponti, Mussari, Torri, Leccardi, Bragagnolo (Perin dal 43’ s.t.), 11Pierini (Iazzolino dal 32’ p.t.). A disp. Melodia, Chiellini.  Allenatore mr. Garaffoni

Fcf Como 2000: Casartelli, Franchetto, Cappelletti, Spagna, Confalonieri, Giuriani, Bruno (Scarpelli M. dal 20’ s.t.), Boldini, Roventi (Fenaroli dal 45’ s.t.), Ostini, Ienna (Di Iorio dal 27’ s.t.). A disp. Colombo,  Scarpelli S., Valli, Castelletti. Allenatore, mr. Stefano Cincotta.

Ammoniti: Destito (D) Callegari (D), Ienna (C).

Pero (MI) 28/10/2017

s.c.

SERIE B: BLOCCATA LA CAPOLISTA

Erba, 29 Ottobre 2017

FCF COMO 2000 – AZALEE GALLARATE 0-0

FCF COMO 2000: Pini, Nascamani, Cascarano, Sessa, Stefanazzi, Viganò, Catelli, Morosi (43° s.t. Crapanzano) Brazzarola (14° s.t. Beninati), Badiali, Talarico

A DISP. Colombo, Confalonieri, Cappelletti, , Mascherpa, Mammoliti,.

All. Gerosa

AZALEE GALLARATE: Rotella, Gino (28° s.t.Serna), Fransato, Segalini, Del Raso, Cassataro, Peripolli, Crestan, De Luca, Ferrario, Masciaga (20° s.t. Brunini).

A DISP. Recagno, , Bogni, , Di Lascio, Labanca, Brandolese..

All.Vizza

Mauro Stabile di Padova.

Dopo la sosta riprende il cammino della Como 2000, e ricomincia contro la capolista Azalee di Gallarate.

E’ il vento a farla da padrone, causando molti cambi di traiettorie e una difficoltà ad impostare azioni, rendendo difficili anche i passaggi apparentemente facili.

Primo tempo avaro di occasioni, con due squadre che offrono al numeroso pubblico, uno spettacolo fatto di molti contrasti e fraseggi a centrocampo e poche palle goal. Anche se i preamboli raccontavano una partita diversa con la partenza un po’ contratta della como 2000 che sbaglia tanti passaggi facili in fase di costruzione, e con la squadra gallaratese che prova con veloci ripartenze a far male alla difesa azzurra. Ed è proprio da uno di questi errori che dopo neanche un minuto di gioco nasce la prima clamorosa occasione per la squadra ospite: De Luca, su imbucata di Cassataro, conclude pericolosamente a rete e costringe Pini a superarsi deviando sopra la traversa.

La Como 2000 prova a costruire con pazienza ed è un bel fraseggio dal lato destro dell’area che porta Catelli a effettuare un bel cross che nessuno riesce a correggere verso la porta.

Stessa situazione all’11° dove Badiali crossa dalla sinistra, ma Catelli viene anticipata di un soffio dal ritorno di Gino.

Azalee che ha le occasioni più grosse del primo tempo per portarsi in vantaggio, e la seconda la crea Fransato al 15° con una bella discesa sulla destra, il cross arretrato è raccolto da Ferrario poco dentro l’area di rigore, il cui tiro deviato finisce sui piedi di De Luca che a porta spalancata sbaglia clamorosamente tirando fuori alla sinistra di Pini.

Da li più nulla, con la Como 2000 che controlla in maniera egregia la supremazia fisica della squadra in maglia bianca. Si va al riposo sul risultato di 0-0.

Pronti via e il secondo tempo inizia con un calcio di rigore per la squadra o

spite dopo neanche un minuto di gioco: De Luca scivola in area, l’arbitro vede un contatto e fis

 

chia rigore tra le proteste di tutto lo stadio.

A rendere giustizia ci pensa però Pini che para il tiro di De Luca, allungandosi con un balzo felino alla sua dx.

Passata la paura però, la Como 2000 continua a faticare e a fare la partita sono le Azalee, anche senza riuscire veramente a far male alla difesa azzurra, come al 9° quando Ferrario non riesce ad agganciare sola in area un bel cross di Cassataro, e la palla si perde sul fondo.

La Como 2000 si difende con ordine e quando riesce prova qualche sortita offensiva, come al 18° quando un cross a

campanile di Catelli dalla destra viene respinto sulla linea di porta dalla difesa gallaratese.

Al 24°, clamorosa occasione per le azzurre. Beninati, appena subentrata, va via sulla destra crossa al centro dove trova Morosi da sola che in spaccata non riesce a correggere in

 

rete calciando poco sopra la traversa.

Al 30° Morosi calcia un a punizione dalla sinistra: il cross pesca libera una giocatrice comasca che però colpisce male e la palla finisce docile tra le braccia del portiere ospite.

Al 40° altra occasione della Como 2000, con il pallone che finisce sul palo dopo un rimpallo fortunoso tra Talarico e Rotella in area di rigore, il tutto poi reso vano da u

n fallo della stessa giocatrice azzurra che frana sullo slancio addosso al portiere ospite.

 

L’ultima occasione è per la formazione delle Azalee che in pieno recupero sugli sviluppi di un calcio d’angolo impegna centralmente Pini dopo un colpo di testa in mischia.

Finisce così. Con un ottimo zero a zero ottenuto contro la capolista del campionato e che da nuovi segnali positivi al mister e a tutto lo staff in generale.

PRIMAVERA: UNA SCONFITTA SENZA RIMPIANTI

Erba 21 ottobre 18,15.

Como 2000 vs Brescia femminile: 3-0

Brescia: Brevi, Pettenuzzo, Turoaia,Bocchi, Miglio, Pizzetti, Ghisi, Magri, Citaristi, Lazzari, Pedemonti, Carcarini, Belussi, Farina, Ferrari, Confalonieri, Galli, Plebari

Como2000: Casartelli, Scarpelli S. , Franchetto, Scarpelli M., Fenaroli, Giuriani, Bruno, Boldini, Di Iorio, Ostini, Roventi, Pini, Valli, Castelletti, Ienna, Gilardoni, Spagna, Baldo

La primavera della Como 2000 subisce una sconfitta giusta, contro una delle squadre più forti del campionato, che tuttavia fa male per come è arrivata.
All’avvio 10 minuti da incubo per la difesa lariana che prima con Fenaroli, poi con Giuriani, concede una punizione dal limite e un calcio di rigore, entrambi trasformati dalle leonesse del Brescia.
Una Como fino ad allora con volontà di attendere è costretta ad alzare il baricentro e la reazione è più che positiva, le giovani ragazze della Como non si fanno intimorire dalle blasonate avversarie e il match va a delinearsi con un buon fraseggio da ambo le parti che porta sia le ospiti che le padrone di casa a creare occasioni da goal. Scarpelli Susanna da corner calcia al volo a porta vuota, ma la testa di un difensore le impedisce di accorciare le distanze. Le leonesse hanno più mole di gioco, ma le comasche riescono in buoni contropiedi palla al piede rendendosi altresì pericolose.
Nel secondo tempo il copione non cambia sebbene le ragazze del Brescia appaiono più sicure nell’impostare. La Como cerca di non buttare mai via il pallone e nei primi 20 minuti della ripresa riesce a impensierire la difesa avversaria. La massima occasione arriva con un incursione di Franchetto sulla sinistra che calcia sul palo e con di Iorio che servita da Boldini (oggi migliore in campo) in aria calcia debole col sinistro. Il Brescia da lì in poi fa la partita è più volte arriva a sfiorare la rete del definitivo 3 a 0, la quale arriva al 85 circa con un anticipo sul rinvio dell’estremo difensore lariano e un gran tiro da più di 25 metri. Una sconfitta giusta, forse troppo pesante nel risultato, che fa male per come si è venuta a creare.
Mr: loro squadra bella e forte, noi per lunghi tratti non abbiamo sfigurato.

S.C.

PRIMAVERA: UNA BUONA OCCASIONE PER LA COMO2000

Primavera: Femminile Tabiago – Como 2000 0:5
Sul sintetico di Nibionno le giovani ragazze della Como 2000 si impongono con un perentorio 5 a 0 sulla juniores del Femminile Tabiago .
Formazioni:
Femminile Tabiago: Masi, Limonta (Battigaglia dal 31’ st), Cappiello, Cattaneo, Maglia, Valescchi (Rocco dal 33’ st), Rusconi (Brambilla dal 15’ st), Bellini, Casati (Ripamonti dal 7’st), Rigamonti, Deriu. Allenatori: mr. Marconato, Bellini.
Como 2000: Casartelli, Baldo (Ienna dal 19’ st), Franchetto, Scarpelli M, Giuriani, Fenaroli, Castelletti (Roventi dal 5’st), Spagna (Valli dal 26’ st), Di Iorio (Boldini dal 21’ st), Bruno. A disposizione: Colombo, Scarpelli S. Allenatori: mr. Stefano Cincotta, Caterina Magatti. Massaggiatore Guido Biffi.

Marcatrici: doppietta di Franchetto, Scarpelli M, Roventi, Ostini.

All’inizio la partita vede le padrone di casa ben attente in difesa e le lariane stentano a gestire il possesso con ritmi adeguati.
La partita si sblocca al 35’ con Magda Franchetto che da sola si invola sulla fascia ed imbuca sul suo stesso tiro rimpallato dal portiere.
Ancora Franchetto, oggi migliore in campo, raddoppia al 40’. Le lariane si impadroniscono del campo e con Di Iorio e Bruno si procurano numerose occasioni per chiudere il match, ma le attaccanti sbagliano a tu per tu col portiere.
Nel secondo tempo la foga agonistica si attenua, la manovra della Como acquista fluidità e velocità così più volte l’attacco lariano impegna il portiere del Tabiago; troppa sufficienza in fase di finalizzazione non permette un risultato ancora più marcato. Il 3 a 0 comunque non tarda ad arrivare con Scarpelli brava a sfruttare un corner dalla destra. Poco dopo tocca a Roventi, pescata in profondità, ad infilare in rete per il 4 a 0 dopo aver ottimamente resistito alla pressione del difensore.
Chiude le marcature Erika Ostini che dal limite scarica un buon mancino e sorprende l’estremo difensore avversario. Il Tabiago mostra comunque di non arrendersi e prima del triplice fischio si procura in contropiede l’ occasione di realizzare il goal della bandiera ma un’attenta Casartelli si supera con un grande intervento.
Una buona gara che ha permesso al mister di vedere ragazze con li poco utilizzate.

Partita in casa contro il Brescia per il prossimo sabato, gara cui non prenderà parte il portiere Lucrezia Colombo, chiamata a rispondere alla convocazione in nazionale Under 17 per le qualificazioni ai prossimi campionati europei.

(s.c.)

Nibionno, 14/10/2017.