PRIMA SQUADRA

CAPRERA vs FCF COMO2000 ….1 a 5

La maddalena 29.4.18 ore 14.30;

Giornata stupenda con sole e brezza dal mare.In tribuna una buona rappresentativa di tifosi lariani.

CAPRERA: Caporro, Tosi, Sau, Calgaro, Livoti, Tolda, Cutillo, Ivanicic, Martiradonna, Aspenti. Allenatore: signor Fermanilli

FCF COMO 2000: Pini, Scarpelli (Franchetto dal 38° s.t.), Maschio (Pozzoli dal 34° s.t.), Sessa, Nascamani, Vigano’, Cascarano, Talarico (Roventi dal 20° s.t.), Brazzarola, Badiali, Mammoliti (Crapanzano dal 20° s.t.). Allenatore signor Giuseppe Gerosa.

Direttore di gara: sig. Cappai da Cagliari.

Una giornata intensa ha accompagnato la comitiva lariana che ha preso il volo da Linate alle 9 per Olbia e da lì, in pulman, per Palau in mezzo allo scenario della costa Smeralda e dopo un veloce pranzo, il traghetto per la Maddalena dove il mare rispecchia di un azzurro meraviglioso.

La partita inizia subito con i nostri attacchi e dopo aver fallito occasioni, prima Mammoliti al 17° e poi Badiali al 26° portano in vantaggio la nostra formazione.

Nel secondo tempo ci pensa Brazzarola al 9° ed al 16° a portare a 4 le reti della Como 2000.

Mister Gerosa comincia con le sostituzioni dopo venti minuti di gioco e le occasioni sprecate sono molte, lasciando spazio anche ad un gol per le verde-nero locali che approfittano di un nostro pasticcio.

In chiusura è Crapanzano che arrotonda il risultato segnando la quinta marcatura comasca a cinque minuti dal termine.

Oltre alla comasca Magda Franchetto, classe 2002, che ha debuttato la scorsa partita tra le mura amiche oggi è stata la volta del debutto di Giulia Pozzoli, classe 2000, di Lipomo.

Infine una corsa contro il tempo ha riportato la nostra comitiva ad Olbia per l’imbarco alle 19.30.

Silvano Cozza

SERIE B: PINI NON BASTA, L’EX CAMBIAGHI AFFONDA LA COMO 2000

 

Erba, 22 Aprile 2018

FCF COMO 2000 – FIAMMAMONZA

Marcatrici:

FCF COMO 2000: Pini, Sessa, Nascamani, Maschio, Cascarano, Viganò, Brazzarola, Badiali, Scarpelli, Talarico, Crapanzano (29° s.t. Roventi), Mammoliti.

A DISP. Baldo, Maschio, Presutti, , Franchetto..

All. Gerosa

FIAMMAMONZA:  Groni, Redolfi (29° s.t. Dadati), Callovini, nuzzo, Belloni, Rossini, Cambiaghi (33° s.t. Baratti), Locatelli, Brambilla (43° s.t. Galbusera), Agosta, Gaburro.

A DISP.. Gerosa, Pezzotta, Castelli, Valente

All.  Cantalupo

Arb. Arnone da Empoli Ass. Galigani-Seleroni

 

La Como 2000 per cancellare la pesante sconfitta rimediata nell’ultimo turno a Padova, Fiammamonza per confermarsi dopo la goleada rifilata al fanalino di coda Caprera.

Mister Gerosa in emergenza, che oltre per le assenze di Galletti e Stefanazzi, si trova a dover reinventare la formazione per le cattive condizioni di Morosi e Maschio, e per la convocazione di Catelli in Nazionale giovanile.

Ospiti che si presentano con la formazione classica e soprattutto con Cambiaghi, fresca ex dell’incontro e capocanniere del torneo cadetto.

La due squadre partono subito aggressive, creando fin da subito apprensione alle due difese.

Al 6° minuto il primo squillo vero della partita: il calcio d’angolo battuto da Badiali viene smanacciato dal portiere ospite sui piedi di Talarico che prova un pallonetto che per poco non sorprende Groni.

All’8° subito la risposta ospite, Agosti pesca in area Cambiaghi la cui conclusione aerea si stampa sul palo alla destra di Pini.

Al 10° Brambilla entra in area ma il suo tiro è debole e ben parato da Pini.

La Fiammamonza continua a far male sulla fascia sinistra e all’ 11° trova l’occasione per passare in vantaggio: Agosta in velocità salta Nascamani che in scivolata prova a recuperare, ma il suo tentativo prende le gambe dell’avversaria e l’arbitro non può far altro che fischiare rigore per la squadra bianco-rossa.

Sul dischetto si presenta Cambiaghi, ma il suo tiro è intuito da Pini che in tuffo respinge sui piedi della stessa ex giocatrice azzurra che ancora esalta i riflessi del portiere comasco,mantenendo invariato il risultato.

Passato lo spavento la Como 2000 torna a fare la partita, e a rendersi pericolosa dalle parti di Groni.

Due calcio d’angolo ai minuti 20 e 23 creano scompiglio nella difesa monzese, ma né il tiro da fuori di Talarico che sorvola di poco la traversa, né il colpo di testa di Vigano che finisce a lato di poco, cambiano il risultato.

La partita prende fiato e per vedere un’azione pericolosa dobbiamo arrivare al 34° quando Agosti sull’imbucata di Cambiaghi scarica un violento sinistro che Pini neutralizza in due tempi.

Sul finire del tempo la partita riprende ritmo, però sia Mammoliti al 43° sia Cambiaghi al 45° da ottime posizioni non sfruttano l’occasione e il primo tempo finisce sul risultato di 0-0 con una super Pini che tiene a galla la squadra locale.

Il secondo tempo inizia subito male per la Como 2000: Cambiaghi è lanciata sola verso la porta, il solito estremo difensore lariano esce in anticipo ma sul successivo tentavo ospite è la mano di Viganò a fermare l’azione. Secondo calcio di rigore per la Fiammamonza. Stavolta è Callovini a presentarsi sul dischetto. Tiro che trafigge Pini e 1-0 fiammamonza.

La Como 2000 subisce il colpo e i suoi  tentativi non sono più incisivi come nel primo tempo e al 14° la Fiammamonza ne approfitta per raddoppiare: Cambiaghi prende palla e dall’angolo sinistro dell’area fa partire un chirurgico destro che si infila in buca d’angolo.

La formazione di mister Gerosa prova una timida reazione, ma con un magistrale contropiede al 23° la squadra monzese cala il tris: Gaburro dalla destra pesca al centro dell’area Cambiaghi che, lasciata colpevolmente sola dalla difesa azzurra, sigla indisturbata la doppietta personale che vale il 3-0 ospite

Al 25° la prima e unica palla gol azzurra della ripresa con Badiali che su punizione prova il gol della bandiera ma Groni para a terra.

E’ ancora però la squadra ospite a rendersi pericolosa al 27° con una bella azione sulla sinistra conclusa da Belloni, il cui tiro è deviato in calcio d’angolo.

La partita si trascina lentamente fino al termine con una Como 2000 che cerca timidamente il gol della bandiera e una fiammamonza che amministra il risultato, ma finisce così.

La squadra azzurra dopo un buon primo tempo, si scioglie come neve al sole dopo il secondo calcio di rigore dato dall’arbitro che è valso il vantaggio ospite.

Fiammamonza che senza strafare porta a casa i tre punti.

ANNA CATELLI AL TORNEO DELLE NAZIONI

La presidenza è lieta di comunicare la convocazione della nostra atleta CATELLI ANNA, classe 2002,al torneo delle nazioni con la maglia azzurra della nazionale under 16 diretta da Nazzarena Grilli.

Partirà il 19 aprile per Cormons in Friuli.

Disputerà le gare di qualificazione mercoledì 25 aprile contro la Slovenia ,giovedì 26 contro le statunitensi e sabato 28 contro l’Iran.

Domenica 29 le finali …

In bocca al lupo da tutta la società

SERIEB: COMO 2000 L’AMMAZZAGRANDI

FCF COMO 2000 – OROBICA BERGAMO 1-0

Marcatrici: 26° s.t. Stefanazzi

FCF COMO 2000: Pini, Nascamani, Maschio, Stefanazzi, Cascarano, Viganò, Morosi, (45° p.t.  Brazzarola) Badiali, Catelli, Mammoliti (45° s.t. Scarpelli), Galletti

A DISP.  Presutti, Scarpelli, Talarico, Fenaroli, Brazzarola , Roventi, Crapanzano.

All. Gerosa

OROBICA BERGAMO:  1 Lonni 2 Milesi 8 Fodri 9 Vavassori 10 Barcella 18 Merli 19 Massussi (8 s.t. Poeta) 21 Brasi 22 Merli cristina 25 viscardi 48 Zamboni

A DISP..5 Milesi 13 Bertazzoli 16 cirillo 20 Foiadelli 26 Madaschi 27 Parsani

All.  Marini

Arb. Papale di Torino Ass. Ferretti-Vignolo

 

Dopo le gioie milanesi degli ultimi due turni, altra prova di fuoco per la squadra allenata da mister Gerosa, la capolista Orobica Bergamo.

Como 2000 che si schiera con il confermatissimo 3-5-2 con Stefanazzi e Galletti all’ultima stagionale data l’imminente partenza alla volta dell’Australia.

Orobica che schiera tutte le titolariss

ime, compresa quella Merli che da sola in questa stagione ha segnato più Gol di tutta la formazione comasca.

Partita combattuta con la Como 2000 più aggressiva che prende il comando delle operazioni, tanto che le occasioni migliori del primo tempo  sono di marca azzurra.

Dopo un colpo di testa di Merli a lato al 3°, la formazione comasca crea un’occasione clamorosa al 10°.

Galletti crossa dalla destra, il suo cross ribattuto finisce sui piedi di Catelli , ma il suo tiro da solo l’illusione del gol, finendo di pochissimo a lato.

La Como 2000 continua ad avere il pallino del gioco, con l’ Orobica che prova timidamente a farsi vedere dalle parti di Pini al 14° e al 20°, prima con Barcella su punizione e poi con Merli, ma entrambe le occasione escono a lato senza preoccupazioni.

Al 28° altra grandissima azione pericolosa per la Como 2000 con Galletti che si invola sola verso la porta avversaria, ma si allunga la palla di quel tanto che permette al portiere avversario di anticiparla.

Al minuto 44, altra occasionissima per le azzurre: Galletti crossa dalla destra, sponda di testa di Viganò dalla sinistra che pesca al centro catelli, ma il suo tentativo acrobatico viene neutralizzato da Lonni.

Primo tempo che si chiude con la squadra bergamasca in attacco, ma prima Fodri viene anticipata in recupero da Stefanazzi e poi sul successivo calcio d’angolo, il colpo di testa di Milesi finisce a lato.

Il primo tempo finisce così: uno zero a zero che sembra andare stretto alla Como 2000, che ha creato tre clamorose occasioni per potr sbloccare la partita senza però riuscirci.

Il secondo tempo inizia con ben altro piglio per la formazione ospite

Al 4° Merli approfitta di uno scivolone di Stefanazzi per presentarsi davanti a Pini, ma il suo tiro sbilenco finisce di molto sopra la traversa.

Nei primi 20 minuti nonostante nessuna grande occasione, prende in mano le redini della partita e alza la pressione costringendo la Como 2000 a rintanarsi nella propria metà campo e provando solo qualche sporadica azione in velocità. Come quella che porta  a reclamare un calcio di rigore all’11° dove Galletti saltando la sua diretta avversaria viene toccata quel tanto che b

asta per sbilanciarsi e finire a terra in area, ma per il diettore di gara sembra essere tutto regolare.

L’orobica spinge ma la squadra lariana si difende compatta e dalle parti di Pini arrivano pochissimi pericoli!

Al 26° però la Como 2000 sblocca la partita! Galletti si procura un’ottima punizione dalla destra, che La stessa giocatrice azzurra si occupa di battere. Il suo cross trova proprio Stefanazzi in mezzo all’area che sigla il vantaggio comasco.

Come da copione il gol apre gli spazi per la formazione lariana. E al minuto 34 altra occasione per la Como 2000.

Brazzarola crossa dalla destra, la respinta finisce sui piedi di Badiali, imbucata per Mammoliti che si gira bene in area ma viene anticipata di un nulla dalla diretta marcatrice.

Ma la formazione osp

ite continua a spingere alla ricerca del pareggio tanto che crea due grandi occasioni

Prima al 35° Merli da un cross dalla destra sovrasta due giocatrici comasche, ma fortunatamente il pallone esce di poco sopra la traversa. E poi al 39° dove Fodri viene dimenticata in area dalla difesa comasca ma il suo tiro al volo finisce alto sopra la traversa.

E’ l’ultimo pericolo della partita, e così la Como 2000 si porta a casa un altro grandissimo risultato, grazie proprio alle sue due giocatrici che proprio in settimana saluteranno il gruppo per una nuova avventura personale.

Per la squadra azzurra ora tre settimane di riposo prima di ricominciare il cammino.

SERIE B: UN PUNTO MERITATISSIMO CONTRO LE ROSSONERE

MILANO 18.3.18 ORE 15

Giornata invernale con pioggia battente in via de ciclamini.

FOOTBALL MILAN LADIES – Pilato, Ronchi, Wolleb ,D’ugo, Vitale, Longo, Merigo, Di Luzio, Vai, Pizzola e Gramolelli.

A disposizione – Barbuiani (entrata al 35 st per Vai), Fontana (entrata al16 st per Di Luzio), Carabetta (entrata al 40st per D’Ugo), Pedrazzani e Cataldo.

Allenatore – signor Reggiani

FCF COMO 2000 – Pini, Nascamani, Maschio, Morosi, Stefanazzi, Vigano’, Ccascarano, Crapanzano, Galletti, Mmammoliti e Catelli.

A disposizione – Colombo, Talarico (entrata al 45 st per Mammoliti, Badiali, Scarpelli M, Fenaroli, Roventi (entrata al 34 st per Crapanzano) e Brazzarola (entata al 10 st per Morosi).

allenatore – sig.Gerosa Giuseppe

Sotto una pioggia battente le due squadre si misurano per due traguardi differenti:le locali devono vincere per restare nella scia del terzo posto utile per la permanenza in categoria e le bianco azzurre invece per continuare a convincere con la loro invidiabile giovanissima eta’ media.

Nessun timore per le nostre ragazze che vengono pero’ castigate al 19′ quando su un corner rossonero in area e’ lesta Gramolelli a spizzicare di testa la palla e girarla in rete.

Passano poche minuti e Mammoliti impenserisce la retroguardia locale con un gran tiro.Ci si riversa nell area locale ed al 43 un cross trova sola in area Galletti che tira a botta sicura ma Pilato si oppone alla grande.

Si rientra con maggior brio ed al 12 ancora Mammoliti costringe l’etremo difensore ad un grande intervento ,che nulla puo’ al 27′ su un gran tiro da fuori area di Brazzarola che si stampa nel sette per il meritatissimo pareggio.

Le nostre ragazze continuano a premere ma e’ Pini che sale in cattedra fermando coi pugni un gran tiro da fuori area di un attaccante rossonero.

Termina in parita’ l’incontro che ci poteva regalare anche i tre punti.

Martedì si torna al lavoro al centro snef ad erba dove ospiteremo domenica la capolista Orobica.