E SON QUATTRO DI FILA, LA COMO 2000 NON SI FERMA PIU’

Erba, 28 gennaio 2017

FCF COMO 2000 – ORISTANO 3-1

Marcatrici: 18° p.t. Mammoliti (Co), 31° e 33° s.t. Catelli (Co), 42° s.t. Monella (Or)

FCF COMO 2000: Pini, Nascamani, Maschio (42° Confalonieri), Stefanazzi, Cascarano, Viganò (35° Roventi), Morosi (40° Scarpelli) , Badiali, Crapanzano (23° s.t. Catelli), Mammoliti, Galletti.

A DISP. Colombo, Sessa, Confalonieri, Talarico.

All. Gerosa

ORISTANO: Bettineschi, Zucca (27° p.t.Meloni), Longobardo, Tola, Mattana, Esposito, Minella, Basile, Saba (16°s.t. Abbate), Scairato, Podda.

A DISP. Patta.

All. Poddi

Arb. Gauzolino da Torino

Dopo tre vittorie consecutive, la Como 2000 è chiamata a confermarsi. E quale migliore occasione se non quella con l’Atletico Oristano penultimo in classifica e a secco di risultati lontano dalla terra amica.

Mister Gerosa conferma la formazione delle ultime due trasferte vittoriose, un 5-3-2 con Galletti e Stefanazzi pronte a salire e trasformare in un più propositivo 3-5-2 al momento del possesso palla.

Partita che stenta a decollare ma combattuta, con le azzurre che fanno la partita e le sarde che provano a difendersi con ordine.

Al 5° primo squillo comasco, cross dalla sinistra di Stefanazzi, la palla arriva a Galletti che prima si fa ribattere il tiro dal difensore in scivolata e poi, prova a rimetterla al centro, senza che nessuno sia pronto a raccogliere l’invito.

Al 10° gli ospiti provano timidamanete a farsi vedere dalle parti di Pini, ma la punizione di Esposito si spegne di poco a lato.

La partita si porta avanti stancamente, ma al 18° un lancio di Badiali deviato, raggiunge Mammo

liti che scarta con un sontuoso sombrero il suo diretto avversario e trafigge il portiere ospite per il vantaggio comasco.

Il gol non da una scossa alla partita che continua ad essere avare di occasioni, e la sola di questa fase centrale avviene al 24° sugli sviluppi di un calcio d angolo, dove Mammoliti, lasciata sola al centro dell’area, non riesce ad impattare perfettamente, tanto che il suo colpo di testa si spegne goffamente sul fondo.

La partita si accende improvvisamnete al 40°, Galletti sola sulla destra fa partire un tiro cross che si spegne sul fondo.

Non passa nen

 

ache un minuto e Crapanzano lanciata sulla sinistra rientra e fa partire un destro che il portiere para a terra in due tempi.

Ancora una scatenata Galletti al 42° crossa dalla destra, Mammoliti viene anticipata di un soffio dal difensore ma la palla arriva sui piedi di Morosi che cicca la conclusione a pochi passi dalla porta.

C’è ancora spazioper un ultimo sussulto in questo primo tempo: 44° ancora un cross dalla destra di galletti, svarione difensiv

o della squadra sarda, ma ancora una volta Crapanzano sola, si fa ipnotizzare dal portiere avversario.

Si chiude così un primo tempo con la Como 2000, che nonostante il vantaggio, chiude con il rammarico di non aver sfruttato maggiormente la supremazia territoriale e le occasioni create.

 

La ripresa rinizia sulla falsariga del primo tempo, con un

a Como 2000 che spinge per cercare di chiudere l’incontro e una squadra sarda che continua a cercare di difendersi.

Dopo 53 secondi, già un’emozione, Crapanzano si libera dal limite e chiama Bettineschi alla parata alta.

Al 5° altro inserimento di Galletti che vince un rimpallo e scarica un potente destro che finisce sopra la traversa ospite.

Le azzurre spingono: 10° minuto, cross di Galletti deviato, la palla arriva a Crapanzano che tira addosso al portiere da ottima posizione.

Continuano a creare le ragazze comasche, senza mai trovare il guizzo per il raddoppio.

Altra calamorosa occasione al 28°: il lancio lungo di Morosi trova l’appena subentrata Catelli, sola davanti al portiere, l’azzurra lo salta ma si allunga di quel tanto che non le permette di concludere a rete e l’azione sfuma con il ritorno della difesa avversaria.

Al 29° Stefanazzi viene liberata al tiro sulla sinistra ma spreca alzando troppo la conclusione che finisce sopra la traversa.

Dopo tanto creare, la formazione lariana trova il meritato raddoppio: Al 31° Mammoliti viene lanciata in contropiede, il suo tiro viene deviato da Bettineschi, ma la palla finisce sui piedi di Catelli che a pochi passi non sbaglia.

Neanche il tempo di festeggiare, che il Como si porta sul 3-0 al 33°: Cascarano si libera sulla fascia, il suo cross trova sola ancora Catelli, che trafigge ancora Bettineschi, per la doppietta personale che porta sul 3-0 la contesa.

La Como 2000 non si ferma, e sulle ali dell’entusiasmo continua a spingere.

Al 36° ancora una scatenata Galletti va al cross, pesca Mammoliti che anticipa in acrobazia il suo diretto avversario ma la palla si spegne sul fondo.

Al minuti 38 ancora Catelli imbucata da Badiali si trova sola davanti al portiere, ma il suo tiro a colpo sicuro trova Bettineschi sulla trettoria, sulla prosecuzione dell’azione Galletti prova la conclusione da posizione defilata chiamando ancora il portiere sardo alla grande parata.

Al 42° alla primavera occasione, l’Oristano trova il gol della bandiera con un tiro dal limite di Minella che si infila nell’angolino.

Da li in poi il Como controlla la partita. Ultimo sussulto al 47° con Roventi liberata in area dalla solita Galletti che strozzando troppo il tiro non trova la porta.

Finisce così con la quarta vittoria consecutiva, il bel gioco e la consapevolezza che la crescita è continua

.