GIOVANISSIME: INTER FEMMINILE B – FCF COMO2000: 5 – 1; PESANTE SCONFITTA MA SOLO NEL RISULTATO

Risultato bugiardo nelle proporzioni, quello maturato al termine della partita di sabato tra le giovanissime dell’Inter b Femminile ed il Como2000.
Le neroazzurre hanno meritato la vittoria ma il risultato del campo non rende il giusto merito alle ragazze del Como2000. Il meglio dello spettacolo tutto nel 1° tempo. Al fischio d’inizio il Como2000 prova subito a portarsi in avanti con Rinaldi che si incunea tra la difesa avversaria. L’immediata ripartenza dell’Inter trova impreparata la retroguardia delle comasche ed al 2’ Carravetta trova un varco sulla fascia, si porta in un area e batte Colombo.
Il Como non sembra accusare il colpo e si riparta in avanti. Al 4’ un veloce scambio in area avversaria tra Lilliu e Rinaldi che manca di poco il bersaglio. Il pareggio arriva un minuto dopo con Spagna che conquista palla qualche metro fuori dall’area interista si libera della marcatura e lascia partire il sinistro che batte Polloni.
Qualche minuto dopo il Como2000 ancora in avanti. Sulla fascia destra Lilliu scambia con Rinaldi, la palla giunge a Cappelletti che sfiora la rete.
Al 13’ il contropiede dell’Inter sorprende ancora una volta la difesa del Como2000 con Carravetta che, con un’azione fotocopia a quella del primo gol, entra in area e batte Colombo con un tiro all’angolino sinistro.
Le ragazze del Como riprendono in mano il gioco e prima Occhiuto al 16’ e poi Lilliu al 19’ si vedono negare il pareggio. Il tiro di Lilliu viene salvato sulla linea di porta da un difensore a portiere battuto.
Al 25’ del primo tempo l’episodio che condiziona la partita. Con il Como in attacco l’arbitro ferma il gioco per consentire i soccorsi a una interista rimasta a terra dopo un fortuito scontro di gioco. Il direttore fa riprendere senza “scodellare”. Le ragazze del Como si aspettano la restituzione della palla mentre le nerazzurre “leggono” il comportamento dell’arbitro come la concessione di una punizione e ripartono con un lancio verso l’area comasca. Le biancoazzurre non si rendono conto che le avversari hanno ripreso il gioco e si limitano ad osservare Pastrenge che dall’altezza del dischetto dl rigore batte a rete siglando il 3 a 1.
Il Como prova a reagire e appena tre minuti dopo con Giannì colpisce la traversa con la palla ricade sulla linea di porta. L’arbitro decide che la palla non è entrata in rete.
Al 32’ ancora una buona occasione con Spagna che non sfrutta una punizione dal limite. Sulla ripartenza l’Inter riesce ancora a portare le sue attaccanti alla conclusione. Al 33’ Colombo para un tiro ravvicinato di Pastrengi che però non frena la propria corsa e dopo aver caricato il portiere riesce a segnare il 4 a 1 che viene convalidato dall’arbitro.
Questa volta le biancoazzurre sembrano accusare il colpo e concedono il campo alla avversarie che allo scadere del primo tempo mettono al sicuro il risultato siglando il 5 a 1.
Nella ripresa le squadre sembrano placarsi e la partita scivola via senza situazioni di particolare interesse. Al 9’ l’unico vero tentativo da parte di Cappelletti che mette fuori un bel diagonale . L’Inter bada solo a controllare e tenta di “spegnere” la partita per evitare di subire quel goal che avrebbe potuto di accendere il tentativo di rimonta del Como2000.
A fine partita il commento di mister Prati: “fino al 2 a 1 abbiamo giocato alla pari, peccato per il risultato.”

Formazioni:

Femminile Inter Milano b: Polloni (Guano dal 23’s.t.), Vacchini (Bortune dal 20’s.t.), Maroni, Frau, Del Contrasto (Castellani dal 12’s.t.), Pasquali (Merlotti dal 20’s.t.), Pastrenge, Vischi (Belloni dal 12’s.t.), Carravetta (Fortunati dal 20’s.t.), De Zen, Di Bella, Di Santa (Zulli dal 12’s.t.). Allenatore sig. Bersini.

FCF Como 2000: Colombo (Casartelli dal 11’s.t.), Scarpelli (Sampietro dal 21’p.t.), Occhiuto, Giuriani, Marelli, Franchetto (Ienna dal 20’ s.t.), Spagna, Giannì, Cappelletti, Lilliu, Rinaldi (Michieletto al 11’s.t). Allenatore sig.a Ilenia Prati

Milano, 24/10/2015;

Arianna Spagna

Arianna Spagna