PRIMAVERA: PESANTE SCONFITTA DELLA PRIMAVERA.

Mozzanica – Fcf Como 2000  4:0;

Mozzanica: Giroletti, Moioli, Vicini, Magni, Verzelletti, Salvi, Marchesi, Martella, Mandelli, Colombo, Campana. A disp. Rossetti, Cremonesi, Baldi, Vezzoli. Allenatrice sig.ra Ceroni.

Fcf Como 2000: Casartelli, Franchetto, Zerlottin (Pozzoli dal 70’), Spagna, Giuriani, Scarpelli M., Roventi, Boldini, Di Iorio ,Ostini, Beninati (Valli da 75°). A disp. Soave, Ienna.  Allenatore mr. Stefano Cincotta.

Una Como 2000 spenta e sottotono viene meritatamente battuta da un Mozzanica di qualità, solido e ben organizzato.

L’inizio del match vede la Como 2000 abbastanza pimpante con Di Iorio che al 5′ è abile a ricevere in scivolata un cross in area piccola, ma la palla finisce addosso al portiere. Una serie di angoli portano la Como 2000 nella metà campo offensiva e sugli sviluppi di uno di questi al 10′ ancora Di Iorio si gira in palleggio calciando di poco alto.  Al 15’ su un traversone  è Roventi che in corsa colpisce  di stinco e manda fuori.  Sugli sviluppi di una rimessa laterale, al 20° una centrocampista del Mozzanica dribbla Boldini e Ostini e va a servire il taglio alla compagna che malgrado la marcatura di Franchetto riesce ad incrociare un tiro che si insacca nonostante il tocco di Casartelli.

La Como 2000 si spegne e comincia a commettere errori banalissimi in fase di impostazione. Il Mozzanica approfitta dell’atteggiamento passivo della comasche recuperando parecchi palloni già nella metà campo offensiva, ma a parte qualche tiro da fuori e qualche calcio d’angolo non crea più grosse preoccupazioni a Casartelli.

In avvio di ripresa la Como 2000 si mostra più aggressiva e motivata, il possesso è più verticale e veloce e si riesce a trovare con più facilità una giocatrice libera alle spalle del centrocampo avversario. Il Mozzanica dimostra una grande sagacia tattica e non si scompone su nessuna incursione lariana. La Como 2000 ha il predominio territoriale, ma è sterile in fase offensiva e qualche traversone di Spagna e Ostini viene ben letto dalla difesa. I tentativi di dribbling di Boldini e di Franchetto vengono gestiti sapientemente dalle avversarie che con grande velocità hanno bucato la difesa lariana quasi su ogni contropiede. Al 10′ arriva il raddoppio del Mozzanica; i terzini comaschi alti per la fase offensiva non riescono a rientrare e la mancata linea di copertura di Giuriani sull’uscita di Scarpelli permette alla centrocampista del Mozzanica di trovare larga in fascia una compagna che riceve palla e dopo un controllo verso la porta batte e sorprende Casartelli .

Timida reazione delle comasche che avrebbero l’occasione di accorciare con Scarpelli che non riesce ad approfittare di una mancata trattenuta del portiere su punizione di Ostini.

La terza rete del Mozzanica arriva su calcio di rigore concesso dall’arbitro che giudica irregolare una scivolata di Ostini.

L’ultimo quarto d’ora vede una Como 2000 incapace di uscire dalla propria metà campo, le residue occasioni arrivano da Spagna e Valli, che provano con deboli tiri calciati dalla distanza. Al 40’ arriva il definitivo 4 a 0; scambio fra esterno e centrocampista del Mozzanica, Pozzoli gestisce bene il 2 contro 1 temporeggiando, alche il centrocampista solo, senza pressione, calcia da 30 mt. trovando un bellissimo tiro che va ad insaccarsi sotto l’incrocio.

Se per prestazione si intende qualcosa in più di uno sterile possesso palla (cosa tra l’altro vista solo nel secondo tempo) allora si, ieri è mancata pure quella alla Como 2000, la quale ha perso meritatamente giocando una delle peggiori partite della stagione contro un Mozzanica che ha saputo gestire ed interpretare perfettamente la partita.

Mozzanica, 3/12/2017

sc