PRIMAVERA: UN’ALTRA BELLA PRESTAZIONE!

Milan Ladies vs Como 2000 0-0

Continua la striscia di risultati utili con un altro pareggio a reti inviolate sul difficile campo del Milan Ladies, fino a ieri quarta forza del campionato che in classifica precede di ben 11 punti la “primavera comasca”.

Partita bella ed emozionante che ha visto le due compagini dividersi la posta in palio anche sul piano delle occasioni, con un tempo di parziale predominio per parte.

Nella prima frazione di gioco il Milan Ladies è superiore alla Como 2000, Lucrezia Colombo viene più volte impegnata, sia da tiri dal limite sia su numerosi calci di punizione concessi forse un po’ troppo generosamente dalla difesa comasca.

Per quasi tutti i primi 45′ il “MIlan Ladies” dimostra più aggressività e più voglia di vincere. L’attacco comasco formato da Bruno Di Iorio e Boldini impensierisce solo due volte in contropiede il portiere rossonero, e l’assetto difensivo della Como 2000 troppe volte si dimostra lungo e non coordinato.

Troppi duelli 1 vs 1 persi dimostrano la superiorità mentale che il Milan Ladies è riuscita a dimostrare nella prima frazione di gioco, ed a rincarare la dose, fa pensare a come le migliori in campo per la compagine lariana siano state  il portiere Lucrezia Colombo e il difensore centrale Susanna Scarpelli.

Il copione cambia nella seconda parte di gara.

La formazione lariana pareggia in aggressività ed intensità e seppur rinunciando al consueto gioco palla a terra, riesce, attraverso una ricerca del gioco verticale più veloce e diretto ad impensierire più volte il portiere del Milan Ladies costretto, soprattutto negli ultimi 20′ ad interventi estremi al limite dell’area. Boldini Di Iorio e Bruno dimostrano buone sincronie e soprattutto a Di Iorio va il merito di essere stata fra le pedine più importanti della seconda frazione di gara per la capacità di dettare i tempi della manovra e di far salire la squadra lottando fra i centrali rossoneri. Una maggiore incisività negli attacchi diretti da parte di Ostini, Occhiuto ( e Valli subentrata all’80’ a Occhiuto) completano il quadro dei 45′ minuti finali, nei quali la Como 2000 ha dimostrato ancora una volta di poter gareggiare ad armi pari con le big del campionato e di saper interpretare anche partite ostiche e complesse come quella di questo sabato milanese. Un Milan Ladies tenace ed aggressivo a cui vanno fatti i dovuti meriti per la prestazione non ferma il periodo positivo della giovane Como 2000 la quale cercherà di conquistare ulteriori punti sabato 17 fra le mura amiche, quando affronterà le rivali del Tabiago, sfida ostica e da non sottovalutare, visto l’ottimo momento di forma delle avversarie, fra le migliori nel girone di ritorno, forti di punti prestigiosi ottenuti contro Brescia, Orobica e Mario Bettinzoli.

Le parole di mister Stefano Cincotta a termine della gara: “Abbiamo superato questa tripletta di partite da vertice una dopo l’altra uscendone imbattuti. Siamo a + 4 dall’andata nonostante Claudia Roventi e Monica Scarpelli siano passate definitivamente in prima squadra (ragazze a cui rinnovo i complimenti). Ieri avevamo 3 assenti finora sempre titolari (Cappelletti, Franchetto e Spagna), Baldo e Ienna hanno vissuto la loro prima partenza da titolari, e si sono fatte trovare pronte, Valli e Castelletti subentrate negli ultimi 10′, le quali prima d’ora non avevano mai giocato in momenti così cruciali di partite di questo calibro, si sono fatte trovare pronte, sono orgoglioso di queste ragazze, ma guai ad abbassare la testa contro questo Tabiago capace di pareggiare col Brescia e con la migliore differenza di punti fra andata e ritorno”.

Milano, 10/2/18

s.c.