Monthly Archives: Gennaio 2019

GIOVANISSIME: UN PAREGGIO CHE VA STRETTO

26/01/19
Real Meda 0-0 Fcf Como 2000

Como 2000: Annoni, Bargna, Arrigoni, Galli, Di Palma, Dell’Oro, Colonna, Bianchi, Cimino, Pedron, Sciascia, Gaffuri, Sironi, Shcherbaniuk

Real Meda: Mandorino, Redaelli, Cammarota, Zatta, Riboldi, Gianessi, Mariani, Precoco, La mantia, La mantia, Venturi, Cazzetta, Pozzoli, Ruggiero, Piolanti

Prima partita ufficiale del 2019 per le giovanissime della Como 2000 che riprendono il campionato con una bella prestazione contro la formazione del Meda che schiera in campo anche alcune 2003.
Gara molto combattuta soprattutto dal punto di vista fisico. Le nostre ragazze, che in partenza non sono state molto incisive, hanno poi mostrato carattere e voglia di vincere ma senza riuscire a portare a casa i 3 punti. Molte occasioni sprecate soprattutto nei calci da fermo e uno 0-0 che ha lasciato nelle nostre ragazze amarezza e rabbia in vista della prossima gara contro l’Inter.

PRIMAVERA: CADUTA E RISCOSSA

3Team Bescia Calcio – Fcf Como 2000    1:3

Le giovani lariane escono dal campo del 3team con un successo raggiunto in extremis al termine di una gara disputata sottotono, che ha visto la squadra di Stefano Cincotta sotto di una rete per 65′ (dal 20′ al 85′) paurosi minuti, prima del riscatto finale, ottenuto solo negli ultimi 5 minuti.
La gara prende avvio con una tonica ed esuberante 3team, capace di manovrare con agilità il pallone, mettendo in mostra idee di gioco chiare e corroborate. La compagine bresciana si impone stabilmente nella metà campo comasca, con le ospiti ridotte solo a sterili contropiedi. Al 20′ un lancio sulla fascia porta allo smarcamento di Vera Plodari che con un cross teso trova il meritato vantaggio su autogoal di un incolpevoleAsia Sampietro.
La reazione che ci si aspetta non arriva e la Como 2000 sembra smarrita tra poche idee e bassa intensità.
Il secondo tempo prende avvio con un piglio leggermente diverso, ma fino a 20′ dalla fine le squadre si equivalgono senza che nessuna riesca a ipensierire più di tanto i rispettivi portieri. Dal 70′ la Como 2000 prende consapevolezza di quanto si stia giocando ed emerge più per foga e carattere, che per tattica e principi di gioco. Questi ultimi che saltano del tutto quando mr Cincotta fa la mossa della disperazione: spostare Giulia Talarico da difensore centrale  in attaccante e giocare con uno spericolato 3-2-5. La mossa premia, infatti è proprio quest’ultima a realizzare il goal del pareggio, e a tu per tu con il portiere imbecca di sinistro la palla nell’angolino basso. La Como a quel punto ci crede, e il forcing offensivo porta al 87′ al goal del vantaggio con capitan Spagna, che dal limite conclude con un forte tiro che il portiere non risce a deviare e sfiora, mandando in porta. La gara termina definitivamente al 90′, con Emma Carnovali atterrata in area e rigore concesso alle lariane.
Arianna Spagna dal dischetto segna, 1 a 3 e gara definitivamente conclusa.

Le parole di mister Cincotta a fine gara, evidentemente contento solo per il risultato: “Oggi mi sento solo di fare i complimenti alle ragazze di Mr Bighè (allenatore della 3Team ) , augurandomi che per le mie sia stata solo una parentesi”

Sabato prossimo impegno casalingo contro la formazione Juniores del “Città di Opera” al Lambrone di Erba.

Flero (BS) 27/1/19

SERIE C: BRAZZAROLA-GOL LA COMO 2000 VA

Erba, 20 Gennaio 2019

FCF COMO 2000 – VICENZA 1-0

Marcatrici: 45° p.t. Brazzarola

FCF COMO 2000:Pini, Maschio, Sessa, Nascamani, Viganò, Cascarano, Brazzarola (al 35° s.t. Morosi), Badiali (al 42° Magatti), Scarpelli, Mammoliti, Ambrosetti.

A DISP. Volpi, Presutti, Meraviglia, Roventi, Ostini, Boldini, Catelli

All. Gerosa

VICENZA: Dalla Via,  Balestro (al 35° s.t. Lazzari), Broccoli,  Dal Bianco, Fortuna, Maddalena (al 7° s.t. Frighetto), Missiaggia,  Pegoraro, Perobello,  Stocchero (al 11° s.t. Pomi),Rigon.

A DISP.  Bianchi

All.   Dori Christian

Arb  Iannuzzi Fabio da Firenze

 

Doveva vincere, la Como 2000, per uscire dal mini periodo di crisi: e vittoria è stata.

Seppur di misura, seppur sofferta ma era importantissimo portare a casa i tre punti, contro una squadra veneta che veniva da una serie di  cinque partite che ha portato ben 8 punti alla causa.

Mister Gerosa con la solita formazione rimaneggiata e proponendo un modulo nuovo in questa stagione: un ordinato 4-4-1-1 con Ambrosetti e Badiali sugli esterni e Brazzarola che agisce da seconda punta attorno a Mammoliti.

Formazione vicentina al completo, tranne Bianchi infortunatasi nel riscaldamento, e bisognosa di punti salvezza.

La partita fatica a decolllare e a parte una occasione dopo 8 minuti delle ospiti, con Pini brava a neutralizzare un tiro da ottima posizione di Missiaggia, bisogna aspettare il 31° per vedere la prima vera occasione della partita: punizione dal limite e traversa di Ambrosetti.

Al 34° Pini è chiamata ancora al miracolo su un tiro di Rigon, mentre al 35° è Ambrosetti il cui tiro cross attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno riesca nel guizzo vincente.

Il primo tempo sembra essere tutto qui, ma è proprio in chiusura al 45° che grazie ad un errore di Maddalena la Como 2000 passa in vantaggio: l’esterno sbaglia il passaggio, regalando palla a Mammoliti che attira verso di se l’avversaria prima di servire l’inserimento centrale dell’ottima Brazzarola, la quale da due passi fredda l’estremo difensore ospite.

1-0 Como e squadre al riposo.

Il secondo tempo inizia con la Como 2000 che prova subito a chiudere la partita, schiacciando la squadra veneta nella propria metà campo.

Al 3° è Ambrosetti che prova il colpo del ko con bel tiro a giro, che finisce di poco a lato. Subito dopo è Mammoliti ad avere sui piedi il raddoppio, ma spreca calciando addosso al difensore in recupero.

AL 7° altra occasione per Brazzarola ma anche stavolta non riesce a chiudere i conti, grazie ad un intervento prodigioso di Dalla Via prima, e di Balestro poi che salva sulla linea.

La girandola dei cambi raffredda la partita e la furia comasca, tanto che per rivedere un’azione bisogna aspettare la mezz’ora con la solita Brazzarola che crossa da fondo per Mammoliti, la quale viene anticipata dal portiere ospite in uscita col piede.

La Como 2000 sembra non volerla chiudere ed anche l’appena subentrata Magatti al primo pallone toccato spara addosso a Dalla Via dopo una galoppata solitaria nella metà campo veneta.

Il Vicenza ha un ultimo sussulto nel finale prima al 45° con un cross di Dal Bianco sul quale Pomi non ci arriva per questione di centimetri; e poi al 5° minuto di recupero con una punizione di Fortuna finita di poco alta.

Finisce così tra gli abbracci e i sorrisi della squadra azzurra che ha si vinto di misura sprecando l’impossibile, ma con i tre punti che danno la giusta fiducia per un girone di ritorno più azzurro.