PRIMA SQUADRA

SERIE C: COMO 2000 TRAVOLGENTE E MATEMATICAMENTE SALVA

Erba, 24 marzo 2019

FCF COMO 2000 – FIAMMAMONZA 5-0

Marcatrici: 12° Ambrosetti, 47° Badiali, 72° Ambrosetti, 81° Magatti, 93° Roventi.

FCF COMO 2000: 1 Pini, 5 Scarpelli, 6 Viganò, 7 Cascarano, 9 Brazzarola, 10 Badiali, 13 Meraviglia, 15 Fenaroli, 16 Ostini, 17 Mammoliti, 18 Ambrosetti.

A disp. 12 Presutti, 11 Pozzoli, 8 Magatti, 4 sessa, 3 Spagna, 2 Volpi, 14 Roventi, 19 Castelletti.

All. G. Gerosa

FIAMMAMONZA FEMMINILE: 1 Rotella, 2 Dadati, 4 Martiradonna, 5 Rovelli, 6 Nuzzo, 8 Baratti, 9 Velati, 11 Mariani, 13 Moroni C., 16 Sonnessa, 17 Citterio.

A DISP. 12 Vignati, 3 Moroni M, 7 Carlucci, 10 Galbusera, 14 De Grassi.

All. Macrì

Arb. Poto di Mestre

 

Como 2000 esce dalla gara con il Fiammamonza vincente e con la sicurezza matematica della salvezza in tasca, anche se non bella e convincente come il risultato potrebbe rivelare.

Mister Gerosa affronta la gara con un camaleontico 3-5-2 e con la rispolverata coppia Brazzarola-Mammoliti in avanti, cercando di arginare la fonte della manovra ospite pressando sin dai primi minuti.

E in effetti la tattica da inizialmente i suoi frutti con Cascarano che al 2° minuto calcia da fuori dopo un batti e ribatti in area, ma la palla esce a lato di poco.

Al 12° un rinvio dalla difesa di Meraviglia, diventa un assist per Ambrosetti che grazie ad un rimpallo scarta il portiere e sigla l’ 1-0 per la squadra comasca.

Al 15° Scarpelli spreca malamente una perfetta azione corale, calciando alto di poco sopra la traversa.

Da questo momento in poi la Como 2000 cala la pressione e il Fiammamonza comincia a prendere campo.

E dopo qualche occasione finita a lato di poco, ecco che si presenta l’opportunità per pareggiare i conti: Citterio salta Fenaroli ed entra in area, il difensore comasco appoggia la mano sulla spalla dell’attaccante monzese, che sentito il tocco si lascia andare. Per l’arbitro è calcio di rigore.

Sul dischetto si presenta Velati, che calcia male e Pini grazie all’aiuto del palo riesce a neutralizzare il tiro.

Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo succede poco o nulla, e così si va al riposo con il vantaggio azzurro.

Il secondo tempo mister Gerosa rivoluziona il modulo passando a più offensivo 4-3-3, aggredendo gli avversari più in alto e riuscendo a raddoppiare dopo soli due minuti di gioco. Dal calcio d’angolo, la palla arriva a Badiali che calcia di prima e infila il pallone sotto l’incrocio.

Il Fiammamonza prova a reagire, ma alzando il baricentro finisce per offrire il fianco ai contropiedi della Como 2000 che segna altri tre gol: con Ambrosetti con un tiro appena dentro l’area di rigore, Magatti che approfitta di un retropassaggio di una difensore monzese e con Roventi che proprio in chiusura sigla il definitivo 5-0.

Como 2000 che con la salvezza conquistata, ora potrà affrontare le ultime tre giornate con più tranquillità, potendo già imbastire le tele per la stagione a venire.

SERIE C: PAREGGIO A RETI BIANCHE

Erba, 10 marzo 2019

FCF COMO 2000 – PADOVA FEMMINILE 0-0

FCF COMO 2000: Pini, Maschio, Sessa, Scarpelli, Viganò, Brazzarola, badiali, Roventi (41° s.t. Magatti), Fenaroli, Ostini (36° s.t. Mammoliti), Ambrosetti (44° p.t. Catelli).

A DISP. Presutti, Volpi, Cascarano, Meraviglia.

All. G. Gerosa

PADOVA FEMMINILE: Paccagnella, Amidei, Dal bozzolo  Sarain, Favero, Spagnolo, Nicoletto, Michielon (26° s.t. Gastaldello), Carli, Didone, Rapesi.

A DISP. , 3 biasiolo, 12 Orlando, 13, Costantini, 14 Callegaro

All. Murru

Arb. Renzi di Pesaro

Settimana calda per la Como 2000 che in sei giorni giocherà tre partite importanti, compreso il ritorno di Coppa Italia contro la Riozzese di mercoledì prossimo. Gara di oggi che assume importanza per tenere distante la zona calda.

La formazione di mister Gerosa si presenta con il solito modulo nonostante il cambio di alcune interpreti, date le numerose assenze, compresa la perdita a fine primo tempo di Ambrosetti che ha dovuto abbandonare il campo per un taglio alla nuca. Padova al completo e con la formazione tipo.

Il primo tempo scorre senza brio e con pochi sussulti, solo un tiro di Sessa finito alto di poco e un colpo di testa di Roventi da calcio d’angolo in anticipo su Paccagnella che finisce di poco sopra la traversa.

L’infortunio di Ambrosetti costringe mister Gerosa a cambiare e inserire Catelli, che da più velocità e pericolosità alla manovra comasca.

E’ infatti lei ad avere le occasioni migliori del secondo tempo: prima al 18° calcia dal limite al lato di poco, poi al 30° costringe Paccagnella al grande intervento in due tempi, al 32° schiacciando fuori da pochi passi un cross di Scarpelli e infine al 42° quando spreca malamente un bellissimo assist di Magatti che l’aveva messa davanti alla porta.

La Como 2000 ci prova con un forcing fino alla fine quando Mammoliti calcia fuori un’altra ottima occasione.

Finisce così zero a zero, che va bene alla squadra comasca che mantiene invariata la distanza dalle zone pericolose, anche se con il rammarico che si poteva fare sicuramente di più, soprattutto nei primi 45 minuti.

SERIE C: COMO 2000 BELLA DA IMPAZZIRE! OSTINI-BRAZZAROLA STENDONO IL TRENTO

Erba, 17 febbraio 2019

FCF COMO 2000 – CLARENTIA TRENTO 2-0

Marcatrici: 10° s.t. Ostini, 37° s.t. Brazzarola

FCF COMO 2000: 1 Pini, 3 Maschio, 4 Sessa, 6 Viganò, 7 Cascarano, 9 Brazzarola, 11 Catelli, 15 Fenaroli, 16 Ostini, 18 Ambrosetti, 19 Scarpelli.

A DISP. 12 Presutti, 2 Volpi, 8 Morosi, 10 Badiali, 13 Meraviglia, 14 Roventi, 17 Mammoliti, 20 Magatti.

All. G. Gerosa

CLARENTIA TRENTO: 1 Valzogher, 2 Varrone, 3 Ruaben, 19 Tonelli, 27 Lenzi, 8 Fuganti, 5 Lucin, 14 Torresani, 10 Rosa, 18 Poli, 7 Dapra.

A DISP. 16 Pedot, 6 Maurina, 4 Zappini, 15 Tonetti, 13 Parini.

All. Pavan

Arb. Bortoluzzi da Nichelino (TO)

Como 2000 chiamata a dare un segnale forte dopo la debacle sul campo della Riozzese dell’ultimo turno. Trento chiamata invece a proseguire la striscia positiva fatta di tre vittorie consecutive.

Mister Gerosa che schiera dal primo minuto Ostini al posto di Badiali e rinuncia ancora a Mammoliti lasciando Brazzarola come unica punta.

La squadra azzurra aggredisce fin dalle prime battute la squadra trentina che non riesce a controbattere alla mossa dell’allenatore comasco.

Ed è così che per tutto il primo tempo la pressione porta a palloni recuperati che a loro volta si tramutano in occasioni da gol. Al 10° Brazzarola spreca calciando fuori un ottimo suggerimento di Cascarano. Catelli nel giro di due minuti ha una doppia occasione: al 15° viene anticipata da Varrone sul cross di Brazzarola, e al 17° quando lanciata sulla corsa sulla fascia sinistra calcia malamente e alto.

La Como 2000 snocciola occasioni una dietro l’altra, sprecandole tutte: al 23° ancora Brazzarola lanciata a rete cerca il pallonetto colpendo però il portiere in uscita alta; al 24° è Ostini a calciare addosso al difensore dopo una bella percussione dalla destra.

Al 33° altra clamorosa occasione da corner: Maschio colpisce di testa anticipando Valzogher, ma la palla indirizzata nello specchio sguarnito, viene fermata proprio sulla linea ancora da un’ottima Varrone.

Prima della chiusura delle prima frazione ancora Brazzarola sola davanti all’estremo difensore ospite strozza il tiro che finisce lontano dalla porta trentina.

Il primo tempo si conclude così con una Como 2000 bellissima ma poco precisa e uno 0-0 che va stretto alle padrone di casa.

Nel secondo tempo la sinfonia non cambia con la squadra lariana a fare la partita e una squadra trentina troppo remissiva per essere quella che occupa la terza posizione del girone.

Dopo poco più di un minuto, Ostini cerca il gran gol a giro ma la palla finisce fuori di poco.

Ma è il preambolo del vantaggio: è proprio Ostini e proprio con un bel tiro a giro appena dentro l’area che fulmina il portiere ospite e segna il meritato 1-0 comasco.

Il gol galvanizza la squadra azzurra che nel giro di due minuti ha altre due occasioni ghiottissime: prima con Brazzarola che prova con un pallonetto a sorprendere l’estremo difensore ospite in uscita che finisce alto di poco, e poi con Ostini il cui tiro è ribattuto all’ultimo dalla schiena di un difensore.

Il Trento prova a inserire una nuova punta per portare più pressione offensiva, ma è sempre la Como 2000 a trovare le occasioni migliori per raddoppiare: Ambrosetti sfonda dalla fascia sinistra, arriva sul fondo e mette in mezzo per la solita Brazzarola che colpisce troppo d’esterno e la palla esce sul fondo.

Al 33° ancora Ambrosetti che ruba palla al limite dell’area e senza avanzare calcia di prima intenzione alto sopra la traversa.

Al 37° è ancora Ostini a prender palla sulla fascia destra, puntare l’uomo e lasciar partire un tiro-cross che termina la sua corsa sul palo; fortunatamente sulla ribattuta è pronta Roventi che è bravissima a rimetterla in mezzo dove c’è liberissima Brazzarola che a porta vuota sigla il definitivo 2-0.

La Como 2000 vince e convince: una grande prestazione di gruppo e di carattere, ha permesso di ritrovare le certezze che man mano si erano perse in questo campionato e lasciano il rammarico per quello che poteva essere la stagione con questa grinta e determinazione.

SERIE C: NASCAMANI E VIGANO’ CONVOCATE IN RAPPRESENTATIVA

La società comunica che le atlete, Viganò Erika e Nascamani Sara sono state convocate per un amichevole dalla rappresentativa lombarda a Milano,via dei ciclamini, Martedì 12 febbraio in proiezione del torneo delle regioni..
In bocca al lupo dalla presidenza e dalle atlete…

SERIE C: ALLA COMO 2000 SERVE UN TEMPO PRIMA DI TRAVOLGERE UN BUON ORISTANO

Erba, 3 febbraio 2019

FCF COMO 2000 – ATLETICO ORISTANO 6-0

Marcatrici: 45° p.t. e 18° s.t. Mammoliti, 4°, 34° e 45° s.t. Ambrosetti, 20° s.t. Cascarano

FCF COMO 2000: 1 Pini (29° s.t. 12 Presutti), 5 Nascamani, 6 Viganò, 7 Cascarano, 8 Morosi (11° s.t. 11 Catelli), 9 Brazzarola (39° s.t. 16 Ostini), 10 Badiali (29° s.t. 14 Roventi), 13 Meraviglia, 15 Fenaroli, 17 Mammoliti (29° s.t.4 Magari), 18 Ambrosetti.

A DISP. 2 Volpi, 3 Scarpelli,19 Sessa, 20 Sampietro.

All. G. Gerosa

ATLETICO ORISTANO: 12 Patta, 88 Scalas (26° 6 Mattana), 27 Barrocu, 10 catte, 5 Marcangeli, 11 Maver (35°s.t 29 Cadoni) 95 Grassino, 8 Tonon, 4 Loddi, 9 Deriu (22° s.t. 13 Madam), 3 Meloni.

A DISP.  89 Sotgia.

All. L. Suella

 

E’ una Como 2000 che deve confermarsi dopo la buona prova sul campo del Brixen Obi, seppur non supportata dal bottino massimo che si potesse portare a casa. E quale occasione migliore se non contro il fanalino di coda Oristano, ancora a quota zero punti.

Squadra lariana che si presenta con due quarti di difesa cambiata, con Fenaroli e Meraviglia titolari al posto dell’assente Maschio e di Scarpelli. Oristano arrivata in terra comasca con le giocatrici contate e che impostano la loro partite con un atteggiamento difensivo, preoccupandosi più di non subire che di contrattaccare.

La Como 2000 inizia la partita con un approccio molto pigro, molto compassata, prevedibile, e, con la squadra sarda ben sistemata in campo, non riesce a trovare spiragli giusti per poter far male alle avversarie.

Una sola vera occasione capita al 13° a Mammoliti che a tu per tu con Patta calcia malamente alto sopra la traversa.

Non riuscendo ad impostare valide trame di gioco per tutto il primo tempo le lariane si sono rifugiate nel tiro dalla lunga distanza nel tentativo di cogliere la giocata giusta per sbloccare la partita. Ed è proprio da uno di questi tentativi dal limite che al 45° Mammoliti trova il jolly che sblocca la partita e porta in vantaggio la squadra azzurra.

Un vantaggio non meritato dato la scarsa grinta e determinazione mostrate nei primi 45 minuti.

Il secondo tempo è di ben altro sapore e le due squadre partono subito forte.

Dopo 4 minuti è Ambrosetti ad infilare il portiere sardo con un’azione caparbia che l’ha vista prima calciare addosso al portiere stesso in uscita, e poi ad appoggiare a porta sguarnita il 2-0 in favore della Como 2000.

Al 6° l’unica vera grande occasione per l’Atletico Oristano: Grassino sfonda sulla sinistra, passaggio arretrato per Deriu che sola colpisce verso la porta di Pini, ma la palla finisce larga di un soffio.

Capovolgimento di fronte e ancora Mammoliti si trova a tu per tu con Patta, ma ancora una volta non trova il gol calciando addosso all’estremo difensore sardo.

Al 18° la Como 2000 trova il 3-0: Badiali imbuca per Mammoliti che con la punta del piede anticipa e trafigge il portiere ospite. Da qui la gara è in discesa per la formazione lariana, e la restante mezz’ora è solo accademia e necessaria per arrotondare il risultato, prima con Cascarano al 20° che chiude un bel triangolo con Brazzarola; poi con la doppietta di Ambrosetti che prima trova il gol con un gran tiro dal limite e poi subito prima del fischio sigla il definitivo 6-0 sfruttando un uscita sbagliata di Patta su Roventi che ha spalancato la porta alla stessa numero 18 azzurra che ha chiuso i conti.

Ora l’impegno contro l’imbattuta Riozzese in trasferta: un impegno duro che non andrà certo affrontato con la superficialità dei primi 45 minuti. Se vogliamo dire ancora qualcosa a questo campionato è il momento di farlo e Riozzo è l’occasione giusta.