SERIE C: ALLA COMO 2000 SERVE UN TEMPO PRIMA DI TRAVOLGERE UN BUON ORISTANO

Erba, 3 febbraio 2019

FCF COMO 2000 – ATLETICO ORISTANO 6-0

Marcatrici: 45° p.t. e 18° s.t. Mammoliti, 4°, 34° e 45° s.t. Ambrosetti, 20° s.t. Cascarano

FCF COMO 2000: 1 Pini (29° s.t. 12 Presutti), 5 Nascamani, 6 Viganò, 7 Cascarano, 8 Morosi (11° s.t. 11 Catelli), 9 Brazzarola (39° s.t. 16 Ostini), 10 Badiali (29° s.t. 14 Roventi), 13 Meraviglia, 15 Fenaroli, 17 Mammoliti (29° s.t.4 Magari), 18 Ambrosetti.

A DISP. 2 Volpi, 3 Scarpelli,19 Sessa, 20 Sampietro.

All. G. Gerosa

ATLETICO ORISTANO: 12 Patta, 88 Scalas (26° 6 Mattana), 27 Barrocu, 10 catte, 5 Marcangeli, 11 Maver (35°s.t 29 Cadoni) 95 Grassino, 8 Tonon, 4 Loddi, 9 Deriu (22° s.t. 13 Madam), 3 Meloni.

A DISP.  89 Sotgia.

All. L. Suella

 

E’ una Como 2000 che deve confermarsi dopo la buona prova sul campo del Brixen Obi, seppur non supportata dal bottino massimo che si potesse portare a casa. E quale occasione migliore se non contro il fanalino di coda Oristano, ancora a quota zero punti.

Squadra lariana che si presenta con due quarti di difesa cambiata, con Fenaroli e Meraviglia titolari al posto dell’assente Maschio e di Scarpelli. Oristano arrivata in terra comasca con le giocatrici contate e che impostano la loro partite con un atteggiamento difensivo, preoccupandosi più di non subire che di contrattaccare.

La Como 2000 inizia la partita con un approccio molto pigro, molto compassata, prevedibile, e, con la squadra sarda ben sistemata in campo, non riesce a trovare spiragli giusti per poter far male alle avversarie.

Una sola vera occasione capita al 13° a Mammoliti che a tu per tu con Patta calcia malamente alto sopra la traversa.

Non riuscendo ad impostare valide trame di gioco per tutto il primo tempo le lariane si sono rifugiate nel tiro dalla lunga distanza nel tentativo di cogliere la giocata giusta per sbloccare la partita. Ed è proprio da uno di questi tentativi dal limite che al 45° Mammoliti trova il jolly che sblocca la partita e porta in vantaggio la squadra azzurra.

Un vantaggio non meritato dato la scarsa grinta e determinazione mostrate nei primi 45 minuti.

Il secondo tempo è di ben altro sapore e le due squadre partono subito forte.

Dopo 4 minuti è Ambrosetti ad infilare il portiere sardo con un’azione caparbia che l’ha vista prima calciare addosso al portiere stesso in uscita, e poi ad appoggiare a porta sguarnita il 2-0 in favore della Como 2000.

Al 6° l’unica vera grande occasione per l’Atletico Oristano: Grassino sfonda sulla sinistra, passaggio arretrato per Deriu che sola colpisce verso la porta di Pini, ma la palla finisce larga di un soffio.

Capovolgimento di fronte e ancora Mammoliti si trova a tu per tu con Patta, ma ancora una volta non trova il gol calciando addosso all’estremo difensore sardo.

Al 18° la Como 2000 trova il 3-0: Badiali imbuca per Mammoliti che con la punta del piede anticipa e trafigge il portiere ospite. Da qui la gara è in discesa per la formazione lariana, e la restante mezz’ora è solo accademia e necessaria per arrotondare il risultato, prima con Cascarano al 20° che chiude un bel triangolo con Brazzarola; poi con la doppietta di Ambrosetti che prima trova il gol con un gran tiro dal limite e poi subito prima del fischio sigla il definitivo 6-0 sfruttando un uscita sbagliata di Patta su Roventi che ha spalancato la porta alla stessa numero 18 azzurra che ha chiuso i conti.

Ora l’impegno contro l’imbattuta Riozzese in trasferta: un impegno duro che non andrà certo affrontato con la superficialità dei primi 45 minuti. Se vogliamo dire ancora qualcosa a questo campionato è il momento di farlo e Riozzo è l’occasione giusta.