SERIE C: FALSA PARTENZA

Erba, 14 ottobre 2018

FCF COMO 2000 – BRIXEN-OBI 0-1

Marcatrici: 15° p.t. Stockner

FCF COMO 2000: Presutti, 2 Volpi (40°p.t. 9 Brazzarola), 3 Maschio,5 Nascamani, 6 Viganò, 7 Cascarano, 8 Morosi (19° s.t. 20 Magatti), 10 Badiali (26° s.t. 4 Sessa), 15 Fenaroli 17 Mammoliti ( 38° s.t. 16 Ostini), 18 Ambrosetti.

A DISP. 1 Pini, 11 Scarpelli, 13 Meraviglia, 14, Riventi, 19 Franchetto,.

All. Gerosa

BRIXEN OBI: 1 Kosta, 2 Dorfmann, 3 Profanter (17° s.t. 13 Moser), 4 Kiem, 5 Ladstaetter, 6 Oberhuber, 7 Kerschdorfer, 8 Santin, 9 Kammerer, 10 Bielak, 11 Stockner

A DISP. 12 Messner L., 14 Graf, 15 Maloku, 16 Brabacovi

All.

Arb Maksym Frasynyak di Gallarate

La Como 2000 parte col piede sbagliato: ci si aspettava una Como 2000 determinata e convincente, la realtà ci ha raccontato di una squadra compassata e deludente. Zero i punti raccolti in una gara che era alla portata della squadra di mister Gerosa e che invece si è presentata senza anima e soprattutto senza idee.

Una partita brutta e sonnacchiosa, svegliata da un paio di tentativi della squadra ospite neutralizzati da Presutti e da un gran gol dai 20 metri di Stockner al 15° del primo tempo, che trafigge il portiere lariano non esente da colpe.

Per la Como 2000 che non sia giornata lo si capisce quando, all’unico filtrante in area per Viganò, il guardalinee sventola la bandierina, segnalando un più che dubbio fuorigioco. Palla in rete, ma gol annullato.

Il secondo tempo vede mister Gerosa cambiare giocatrici e modulo. La Como 2000 entra con un altro spirito: fa la partita, non concede più nulla alle avversarie ma senza idee, costruisce poco o nulla.

Poca aggressività, poca reattività e poca lucidità, ed è così che il secondo tempo rotola via senza emozioni, tranne un tentativo di imbucata di Ambrosetti per Ostini che viene anticipata dal portiere avversario, e un tiro dai 20 metri di Viganò che si spegne a lato di poco, arrivati entrambi in pieno recupero.

La Como 2000 è chiamata subito a rispondere ai primi malumori, con la trasferta domenica prossima ad Oristano. Sardegna terra di conquista comasca nello scorso campionato e che oggi vede una formazione azzurra bisognosa di punti per dare maggior vigore a questo bellissimo progetto.

Stefano Colombo