SERIE C: UNA DOMENICA DA INCUBO. IL PERMAC PASSA 3-0

Erba, 2 dicembre 2018

FCF COMO 2000 –PERMAC VITTORIO VENETO 0-3

Marcatrici: 6° p.t e 27° s.t. Piai, 24° p.t. De Martin

FCF COMO 2000:Presutti, Franchetto (38°p.t. Roventi), Volpi, Fenaroli, Nascamani, Viganò, Morosi (4°s.t. Badiali), Sessa (28  s.t. Ostini), Cascarano, Ambrosetti, Brazzarola (4°s.t. Mammoliti).

A DISP. .Pini, Scarpelli, Meraviglia, Magatti.

All. Gerosa

PERMAC VITTORIO VENETO:1 Reginato, 28Mantoani, 7 De val (21°s.t. 3 Gava), 4 martinelli, 20 Furlan (45 s.t. 33 Tonon), 23 Padovan , 22 Tomasella, 10 Foltran, 11 Zanon (33°s.t. 8 Zanella), 9 Piai, 16 DeMartin (45°s.t. 17 Trevisiol)

A DISP., , 92 Modolo, , 18 Cartelli.

All. Toffolo

Arb Luigi Locapo di Torino

Le ambizioni della Como 2000 passano dal banco di prova Permac: una squadra che ad oggi è ancora a zero alla voce sconfitte come zero sono i gol subiti in queste prime 6 giornate di campionato. Mister Gerosa consapevole della forza della squadra avversaria, decide di schierare in campo una squadra difensiva con un 3-5-1-1 che in non possesso diventa 5-4-1. Rispetto alla vittoriosa trasferta di Padova, il mister, decide di schierare a sorpresa, Presutti in porta e Franchetto sulla fascia, tenendo ancora una volta la decisiva Mammoliti di una settimana fa in panchina. Le scelte del mister però non si rilvelano fin da subito azzeccate, e la formazione comasca risulta schiacciarsi troppo nella propria metà campo, subendo fin da subito la pressione ospite. Ed infatti, dopo aver rischiato di subire subito dopo un minuto gol con un colpo di testa da calcio d’angolo, ecco che al 6° minuto arriva lo svantaggio: Piai raccoglie una corta respinta della difesa al limite dell’area, e fa partire un gran tiro che si infila nell’angolino basso, col portiere comasco che si tuffa in ritardo non riuscendo così ad evitare il gol dell’ 1-0 ospite.

Il gol è proprio una vera doccia fredda, che però non risveglia le ragazze lariane, che continuano per tutto il primo tempo a subire la pressione avversaria senza mai riuscire a dare preoccupazioni dalle parti di Reginato.

Infatti son sempre le ospiti a farsi pericolose: De Martin prima calcia da ottima posizione ma fuori dallo specchio della porta e poi al 24° trova il gol del 2-0 che spezza completamente le gambe delle avversarie: il cross di Piai è millimetrico, e trova l’attaccante veneto, lasciato colpevolmente solo dalla difesa comasca, libero di concludere a rete e, nonostante il primo miracolo di Presutti, di insaccare in tap in di testa il raddoppio della squadra ospite.

Tutto il primo tempo della squadra ospite si racchiude in una conclusione da posizione defilata al 34° di Brazzarola ben parato a terra dal portiere della Permac.

Mister Gerosa decide di cambiare e si presenta nel secondo tempo con una formazione decisamente più offensiva, con gli inserimenti di Roventi, Badiali e Mammoliti, ma a parte una traversa subito in apertura di Morosi con un gran tiro da lontano, il risultato non cambia.

Anzi è sempre la formazione ospite a siglare al 27° il gol che chiude definitivamente i conti: Piai approfitta di un pasticcio difensivo tra Volpi e Presutti e a porta vuota sigla la doppietta personale, e il gol che porta il risultato sul definitivo 3-0 ospite.

Una Como 2000 troppo brutta da vedere per esser vera e che, dopo le positivissime partite degli ultimi due turni, compie più di un passo indietro sia sul paino del gioco che del carattere.

Ora un turno di sosta per il campionato, che da spazio alla coppa Italia: Como 2000 chiamata in casa contro la Voluntas Osio, oltre a passare il turno, a reagire ancora una volta a questo nuovo passaggio a vuoto.