UN FIORE PER LE NOSTRE GIOVANISSIME

Non è bastato!
La scorsa stagione la Como2000, con la categoria Giovanissime, annate 2003 2004, conquistava l’accesso alla fase finale nazionale. Quella squadra, composta da giocatrici molto forti, in un girone a 10 squadre, totalizzò 31 punti, piazzandosi in quarta posizione nella classifica finale.
Incredibilmente, quest’anno, per accedere alle finali, non è bastato migliorarsi di una posizione, e arrivare 3° alla conclusione dell’ultima giornata di campionato. Non è bastato totalizzare 39 punti, 8 punti in più dello scorso anno, che, sempre in un girone a 10 squadre, per le squadre di vertice rappresentano un’enormità.
Perché questo? Perché tutto era stato deciso con l’anomala formazione dei 2 gironi caratterizzanti il campionato Giovanissime Femminile Lombardo stagione 2018-19.
Da una parte il nostro Girone A, con Milan e Inter superiori in tutto, con esito finale scontato; dall’altra un Girone B, nel quale una sana competizione ci avrebbe sicuramente permesso di giocarci la possibilità di accompagnare le milanesi alla fase nazionale.
Ci eravamo da subito chiesti: perché 2 gironi e quale criterio sarà stato adottato per la suddivisione delle squadre per la composizione degli stessi?
Quale criterio? Di certo non la territorialità: il nostro campo ufficiale di gioco, al Lambrone, dista 50 km da Zingonia, ma ben 60 da Sedriano sede Inter, e 70 dal Vismara sede Milan; siamo quindi più vicini all’Atalanta che non alle milanesi. I campi del Milan e della Riozzese distano tra loro una manciata di km, ma i team sono stati inseriti in gironi diversi.
Quale criterio? Di certo non l’equilibrio della manifestazione: da una parte sempre 4, 5 squadre a rendere accettabile e interessante ogni domenica la competizione, dall’altra un girone composto da due team storici e poi da squadre che si affacciavano per la prima volta alla categoria. Se abbiamo in questo momento ben 16 punti in più rispetto alla pari classificata del Girone B, e questa terza classificata è già in differenza reti negativa ( -21! ), vuol dire che qualcosa scricchiola nella definizione dei gironi effettuata.
Da ultimo, perché pur sapendo a priori quali sarebbero stati gli scontati risultati delle classifiche finali, non si è data la possibilità di definire tramite play off la terza e la quarta squadra per la fase nazionale?
Non era difficile, e sarebbe stato più equo verso tutte le partecipanti: 2°girone A vs 3° girone B, e viceversa, partita secca o andata e ritorno, …………..…. o forse si, a pensarci bene era difficile.

Meglio tornare al calcio giocato e rendere omaggio alle nostre ragazze per il gran campionato disputato: le comasche hanno ampiamente centrato e superato l’obiettivo prefissato a settembre: terzo posto e soglia dei 35 punti; chiudono con il terzo miglior attacco e praticamente la seconda difesa meno battuta insieme all’Inter e dietro al Milan.
Certo, la partita di domenica non le ha viste esprimere il loro miglior calcio, ma a loro discolpa va data la presenza del primo caldo ed una carica agonistica appagata, con la classifica ormai decisa.
Da sottolineare come la partita contro le pari età della ProSesto abbia visto l’esordio in campionato di Malacrida Sara e Sabbadin Greta; per loro un’ ottima prova.
Ma è a fine partita che per le azzurrine arriva il momento più bello: quando i giovani calciatori dell’Albavilla U15, correttissimi compagni di amichevoli infrasettimanali, regalano un fiore ad ognuna delle nostre ragazze. Davvero un bel gesto, che ci ricorda come dovrebbe sempre essere vissuto lo sport giovanile da noi e dai nostri ragazzi.
Complimenti a questi giovani galantuomini e al loro mister Daniele.

Ora, con la fine del campionato le nostre calciatrici verranno prevalentemente allenate, una parte dallo staff del Centro Federale, e una parte dagli allenatori della nostra Juniores. Le ragazze avranno così la possibilità di prepararsi al meglio per le dure sfide che le aspettano nei tornei primaverili, che le vedranno impegnate controAtalanta, Genoa, Juventus, Novara, Inter, Torino, ……
FORZA RAGAZZE !

C.M.

COMO2000 – PRO SESTO, 2-0 (aut., Colonna)
COMO2000: Annoni, Arrigoni, Bargna, Bianchi, Cimino, Colonna, Di Palma, Galli,
Malacrida, Sabbadin, Sciascia, Shcherbaniuk, Sironi.
PRO SESTO: Pizzardi, Palacin Castaneda, Bresci, Rispoli, Temri, Giordano, Ferraro,
Navarra, Iretti, Carulli, Vitale, Borgonovo, Pannullo, Perrone, Buzzi.